Lunedì, 08 Dicembre 2014 12:11

Comitati "vittime di Stato" organizzano incontro nazionale a Roma

di 
La Casa dello Studente all'Aquila La Casa dello Studente all'Aquila

Si è riunito a Torino, in occasione dell'anniversario della strage alla ThyssenKrupp, il coordinamento nazionale "Noi non dimentichiamo", composto da associazioni e comitati di parenti delle "vittime di Stato", dai casi Aldrovandi e Cucchi, alla Casa dello Studente dell'Aquila, passando per la strage ferroviaria di Viareggio. Una delle animatrici del coordinamento è Antonietta Centofanti, del Comitato Parenti delle Vittime della Casa dello Studente dell'Aquila, che aveva invitato e incontrato la rete di coordinamento lo scorso 6 aprile, in occasione del quinto anniversario del sisma.

E' un momento dirimente, infatti, per l'andamento processuale del procedimenti che riguardano alcuni casi emblematici: le sentenze del processo cosiddetto "Eternit", l'assoluzione nei processi Cucchi e Grandi Rischi sono segnali importanti che hanno necessariamente stimolato l'incontro torinese, tenutosi al Centro San Liborio, "ospiti del direttore della rivista Sicurezza e Lavoro Massimiliano Quirico", come ribadisce il coordinamento in una nota.

Nel corso dell'incontro la rete ha deciso di indire un convegno, da tenersi prossimamente a Roma, nel quale verranno invitati magistrati e giuristi che "siano disposti ad ascoltare le proposte di noi cittadini così duramente colpiti".

I protagonisti dell'iniziativa romana "saranno esperti di come non funziona le giustizia italiana e di come sia opportuno proporre modifiche sostanziali nell'ambito della prescrizione, dell'omicidio colposo, del disastro ambientale e sulla mancanza di tutela nei confronti dei diritti dei familiari e delle vittime".

"Questo - si conclude nella nota - per richiamare l'attenzione delle istituzioni e della politica 
sul percorso che abbiamo dovuto affrontare ogni volta che abbiamo tentato di ottenere verità e giustizia e 
sulle conclusioni vergognose e sconcertanti con le quali si sono concluse le nostre vicende processuali".

Il documento è stato firmato dalle molte realtà presenti: Comitato Matteo Valenti, Associazione Vito Scafidi vittime della scuola, Il mondo che vorrei Viareggio, Assemblea 29 giugno, Vittime della scuola San Giuliano di Puglia, ThyssenKrupp Legami d'acciaio, Sicurezza e Lavoro, AVUS vittime studenti L'Aquila
, Vittime casa dello studente L'Aquila, AFEVA associazione Familiari e vittime amianto Casale
, Voci della memoria, 
Moby Prince, 
Associazione vittime scuola Casalecchio sul Reno.

In questi anni i legami tra associazioni e parenti di vittime "di Stato" si è stretto all'Aquila, grazie alla presenza di alcuni comitati dei parenti delle vittime del terremoto, tanto da spingere il Comune dell'Aquila a conferire a Ilaria Cucchi e Patrizia Moretti la cittadinanza onoraria, come vi abbiamo raccontato nell'intervista alla madre di Federico Aldrovandi nel febbraio scorso.

 

Ultima modifica il Lunedì, 08 Dicembre 2014 12:49

Articoli correlati (da tag)

Chiudi