Mercoledì, 03 Luglio 2013 18:26

Incendio nel progetto CASE di Pagliare di Sassa: sei gli alloggi danneggiati

di 
Incendio nel progetto CASE di Pagliare di Sassa: sei gli alloggi danneggiati Dal profilo Facebook di Stefano Cencioni

Aggiornamento 19.46 - I numeri definitivi: gli alloggi che devono essere evacuati perché gravemente danneggiati sono sei, per un totale di quindici persone coinvolte. Chi non ha altre soluzioni, per stanotte e fino a quando non si troverà un'altra soluzione sarà ospitato presso la caserma della Guardia di Finanza a Coppito, per la precisione presso la palazzina denominata "Hotel Pisa". La causa dell'incendio sarebbe un corto circuito. 

Aggiornamento 19.38 - Secondo una prima analisi dei Vigili del Fuoco gli appartamenti danneggiati dall'incendio sarebbero cinque, per un totale di una quindicina di persone coinvolte. La palazzina, comunque, sembra non presentare danni strutturali. Si faranno ulteriori verifiche nei prossimi giorni.

Aggiornamento ore 19.30 - Sarebbero dodici gli alloggi attualmente evacuati dalla palazzina del progetto C.a.s.e. di Pagliare di Sassa.

Aggiornamento ore 19.26 - Alcuni residenti si stanno lamentando del ritardo nei soccorsi: "ci hanno messo più di quaranta minuti ad arrivare" affermano. 

Aggiornamento ore 19.15 - Sul luogo dell'incendio si è recato anche l'Assessore comunale all'assistenza alla popolazione Fabio Pelini.

pagliare1Aggiornamento ore 19 - Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco accorsi sul luogo.

 

Nel progetto C.a.s.e. di Pagliare di Sassa si è scatenato intorno alle 18 un incendio che ha interessato almeno due appartamenti e il tetto di una palazzina dell'area. Le fiamme, comunque, sono state domate dai Vigili del Fuoco accorsi sul posto.

Non ci sono feriti: tutti i cittadini che vivono nella piastra sarebbero usciti dalle loro abitazioni. La signora che abita nell'appartamento da cui si presume si siano originate le fiamme è stata portata in ospedale per accertamenti, ma non sembra ci siano gravi conseguenze per il suo stato di salute. Ancora ignote le cause del rogo.

 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 04 Luglio 2013 09:18

Articoli correlati (da tag)

Chiudi