Cultura e Società

"Fino al momento della mia morte guarderò con orgoglio indietro a quel giorno, 29 agosto 1867, quando trovai il coraggio di lottare faccia a faccia contro lo spettro di un'antica idra irata che da tempo immemorabile stava iniettando veleno dentro di me e dentro gli uomini della mia stessa natura. Parecchi sono stati spinti al suicidio perché tutta la loro gioia di vivere era sciupata. Infatti, sono orgoglioso di aver trovato il coraggio di assestare a questa idra il colpo…
“Si tratta di un intervento decisivo per dare una speranza agli aquilani. Con il terremoto, abbiamo perso i luoghi che raccontano della nostra identità. Ricostruirli significa restituire fiducia, aspettative. Da oggi, inizia il conto alla rovescia per il recupero della Basilica di Collemaggio: il primo tassello di una città che ha davanti a sé la grande sfida di recuperare la storia e le tradizioni, con lo sguardo proiettato al 2050, ad un modello di respiro europeo”. Con queste parole il…
E’ stato un Corteo che ha saputo raccontare, più che negli anni passati, le contraddizioni che sta vivendo la città dell’Aquila. All’affannata ricerca di se stessa, soffocata tra i tentativi di ritrovare tradizioni storiche dimenticate e le difficoltà di immaginare un futuro. Alle 20:20 di ieri sera, il cardinale Domenico Calcagno, presidente dell’amministrazione del patrimonio Vaticano, ha aperto la Porta Santa di Collemaggio, recintata in un reticolo di tubi innocenti. Resterà aperta fino ai vespri di questa sera per permettere…
Busserà tre volte, con il ramo d’ulivo: intorno alle 19:45 di questa sera, il cardinale Domenico Calcagno, presidente dell’amministrazione del patrimonio della Santa Sede, aprirà la Porta Santa di Collemaggio. La 719esima edizione del Giubileo aquilano entrerà, così, nel vivo. Per lucrare l’indulgenza, i cittadini dovranno affrontare un reticolo di tubi innocenti, un percorso interamente transennato che dal prato condurrà al lato sinistro della Basilica e, di qui, alla Porta del Perdono. Il corteo di Celestino V, che sfilerà come…
"Cronaca di un amore rubato" è il nuovo spettacolo del Teatro Stabile d'Abruzzo (T.S.A.), tratto dal racconto "Cronaca di una violenza di gruppo", di Dacia Maraini. La prima è attesa per domani alle ore 21 presso il Ridotto del Teatro Comunale, in occasione della Perdonanza 2013.  La storia, ambientata in una lontana Sicilia, racconta il dramma di una tredicenne vittima di una violenza di gruppo da parte di quattro ragazzi di sedici anni. Nonostante la fanciulla denunci i suoi aguzzini,…
Chiudi