Martedì, 23 Febbraio 2016 16:32

L'anomalia di Orsogna: nel paese abruzzese festeggiate tre centenarie in tre mesi

di 
Una veduta di Orsogna Una veduta di Orsogna

Un centenario è un buon segno, due centenari festeggiati in due mesi sono un indizio, tre persone che compiono cento anni in tre mesi sono quasi una certezza che, sul territorio dove vivono, si viva bene.

Soprattutto le donne, a Orsogna, paese di circa 4mila abitanti in provincia di Chieti, sembrano possedere l'elisir di lunga vita. Dopo Maria Domenica Tenaglia, nello scorso novembre, e Maria Di Girolamo qualche settimana fa, la comunità orsognese ha festeggiato i cento anni di Teresa Cremone, nata nel 1916.

Sposata nel 1934 con Nicolò Centanni, scomparso nel 1997, la signora Teresa ha avuto due figli, Concetta e Giuseppe. Attualmente vive con quest'ultimo e la nuora Clementina, il nipote Nicola, sua moglie Tiziana e la piccola Lorena. Una grande famiglia che gli si è stretta intorno, con amici e parenti, quando il sindaco, Fabrizio Montepara, e l'assessore Nicolò Pinto sono andati a trovarla con l'immancabile mazzo di rose e la targa celebrativa dell'evento, a nome dell'amministrazione comunale e dell'intera comunità del comune dell'area marrucina.

Nonostante la sedia a rotelle, la signora Teresa non ha perso il suo spirito e ha ricevuto con grande serenità e un pizzico di emozione gli omaggi e gli auguri di tutti i presenti, tra le tante macchine fotografiche e i telefonini pronti a immortalare l'evento.

Articoli correlati (da tag)

Chiudi