Giovedì, 17 Marzo 2016 16:37

Idomeni: aiuti umanitari in partenza dall'Abruzzo per il campo di rifugiati

di 
Idomeni: aiuti umanitari in partenza dall'Abruzzo per il campo di rifugiati Foto Danilo Balducci

di Laura Mastracci - E' di due abruzzesi l'iniziativa di raccogliere generi alimentari e beni di prima necessità per portarli ai migranti di Idomeni, il campo profughi al confine tra Grecia e Macedonia, al centro dell'interesse mediatico nelle ultime settimane.

Dopo la chiusura delle frontiere lungo la cosiddetta “Rotta dei Balcani”, infatti, i migranti irregolari sono impossibilitati a entrare in Macedonia e restano dunque 'imprigionati' nel campo al confine tra i due Stati. Qualche giorno fa, alcune centinaia di rifugiati erano riusciti a superare il blocco sfruttando il vicino fiume di Suva Reka, ma sono stati intercettati da polizia e militari e ricondotti a Idomeni.

Dopo i recenti avvenimenti, quindi, gli attivisti Marco Taucci e Marco Manzo si sono mossi, diffondendo l'iniziativa attraverso i social network, per aiutare concretamente i profughi.

Una necessità forte, spiega Manzo, giornalista, presidente dell'associazione PiùAbruzzo e già fautore dell'iniziativa apolitica dello scorso autunno 'Noi contro... solo le barche che affondano': “E' scaduto il tempo per 'fiaccolatori' di professione, i protagonisti delle manifestazioni con ambizioni di candidatura, ed è giunto il tempo di agire perché quello che c'è da fare è evidente, ovvio ed anche scontato".

L'appello va a tutti i cittadini abruzzesi, perché possano contribuire a raccogliere pannolini, omogeneizzati, biscotti - beni prevalentemente destinati ai bambini - e donazioni economiche. Dopo pochi giorni dall'annuncio, rivela Marco Taucci a NewsTown, “la risposta è stata pazzesca, c'è un'empatia particolare con l'argomento, mai vista prima".

Lunedì 21 marzo, il furgone delle donazioni partirà per raggiungere Idomeni. All'arrivo, i due attivisti incontreranno i volontari di Melting Pot, promotori della campagna solidale #overthefortress, che daranno loro le direttive su come muoversi e a cosa destinare il denaro raccolto.

E' possibile inviare generi alimentari e beni di prima necessità fino a prima della partenza, indirizzandoli in via Montanara 49, a Pescara (presso Pandora). Per donazioni economiche:

Conto postale, codice Iban è IT46L0760105138269604269607, intestato a Marco Manzo (PostePay Evolution, conto aperto temporaneamente);

Carta Poste Pay, 5333 1710 2657 5205 CAUSALE: Missione Umanitaria a #IDOMENI

di Laura Mastracci

 

Articoli correlati (da tag)

Chiudi