Martedì, 27 Agosto 2013 17:57

"Cronaca di un amore rubato", il nuovo spettacolo del T.S.A. ispirato al racconto di Dacia Maraini

di 
l'attrice abruzzese Federica di Martino l'attrice abruzzese Federica di Martino

"Cronaca di un amore rubato" è il nuovo spettacolo del Teatro Stabile d'Abruzzo (T.S.A.), tratto dal racconto "Cronaca di una violenza di gruppo", di Dacia Maraini. La prima è attesa per domani alle ore 21 presso il Ridotto del Teatro Comunale, in occasione della Perdonanza 2013. 

La storia, ambientata in una lontana Sicilia, racconta il dramma di una tredicenne vittima di una violenza di gruppo da parte di quattro ragazzi di sedici anni. Nonostante la fanciulla denunci i suoi aguzzini, i giovani vengono assolti dalle forze dell'ordine e, ancora peggio, giustificati dalla comunità del paesino. Le vite della vittima e dei suoi carnefici si intrecciano inoltre con la malavita organizzata, padrona di quell'Italia del Sud.

Il riadattamento del T.S.A. è stato presentato stamani alle 10.45 presso la sala Commissioni della sede comunale di Villa Gioia. Hanno partecipato alla conferenza stampa il presidente del Teatro Stabile d'Abruzzo Ezio Rainaldi, l'attrice ortonese di fama internazionale Federica Di Martino, la Senatrice Stefania Pezzopane e il dirigente del TSA Giorgio Iraggi.

"Si tratta di un tema importante e delicato - ha detto Ezio Rainaldi - che ci è possibile affrontare e superare con la realizzazione di questi lavori. Questo è uno dei risultati della sinergia fra il mondo della cultura e quello della politica, il cui appoggio, finanziario e non, è indispensabile per ogni iniziativa".

Protagonista e regista sarà la pluripremiata attrice Federica Di Martino, con Fabiana di Marco alla scenografia e Giovanna Guida come assistente regista. "Abbiamo realizzato una rielaborazione espressionista del racconto in chiave 'espressionista' - ha spiegato Federica Di Martino - poiché abbiamo dato voce direttamente all'anima della ragazza. Proprio lei, alla fine, non giustificherà i suoi aggressori - come tutti gli abitanti del paesino - bensì li perdonerà".

Ultima modifica il Martedì, 27 Agosto 2013 18:28

Articoli correlati (da tag)

Chiudi