Stampa questa pagina
Lunedì, 10 Luglio 2017 15:11

Cantieri dell'Immaginario, presentata l'edizione 2017. Il programma

di 

Gino Paoli e i Solisti Aquilani, Lucia Goracci con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, David Riondino e Dario Vergassola, il percussionista Ghavi Helm Mohammad.

Sono alcuni dei principali appuntamenti dell’edizione 2017 dei Cantieri dell’Immaginario, che si svolgerà dal 13 luglio all’11 agosto all'Aquila. In cartellone, come da sei anni a questa parte, decine di eventi, spettacoli, concerti e laboratori, che si svolgeranno in vari luoghi del centro storico.

La manifestazione è ideata del Comune dell'Aquila in collaborazione con Società Aquilana dei Concerti Barattelli, Solisti Aquilani, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Gruppo e-Motion, Teatro Brucaliffo, Associazione culturale Teatrabile, Associazione Musica per la Pace, Quarto di Santa Giusta- Muspaq e Kiasma Abruzzo. Assente, invece, il Tsa.

Il bilancio di quest’anno è di 420 mila euro” afferma il direttore artistico Antonio Massena “280 dei quali finanziati con i fondi Cipe. Il resto proviene dal comune dell’Aquila e dalle quote che devono garantire le associazioni partecipanti, che devono cofinanziare gli spettacoli almeno al 20%”.

Tra i tanti eventi in programma, tutti a ingresso gratuito, si segnalano, come detto, lo spettacolo  Assedi, frammenti di un reportage con i testi dell’inviata di guerra della Rai Lucia Goracci e la musica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese; il concerto Musica senza fine, nel quale Gino Paoli sarà accompagnato dai Solisti Aquilani; il viaggio tra musica e letteratura La traviata delle camelie con Dario Vergassola e David Riondino,l'esibizione al cortile del Munda, il Museo nazionale d’Abruzzo, di Ghavi Helm Mohammad, uno dei più importanti percussionisti dell’area mediterranea.

I CANTIERI DELL’IMMAGINARIO: IL PROGRAMMA COMPLETO

L'edizione 2017 dei Cantieri porta ancora l'impronta dell'amministrazione Cialente (che ha approvato la famosa e discussa delibera contenente l'assegnazione dei fondi Cipe).

Non poteva essere altrimenti, visto che il nuovo sindaco e la nuova giunta si sono insediati solo da pochi giorni. Ma per il futuro, annuncia Sabrina Di Cosimo, neoeletta assessore comunale alla Cultura, è certo che ci sarà una complessiva riorganizzazione nella programmazione degli eventi e quindi nello stanziamento dei fondi: "Abbiamo convocato tutti gli attori finanziati dalla delibera dell’8 giugno perché vogliamo mettere la nostra impronta variegando l’offerta culturale. Abbiamo necessità di rivalutare la decisione presa dalla vecchia amministrazione".

Basta finanziamenti a pioggia, promette l'assessore: "Vorremmo dare un cambio di rotta. Ciò non vuol dire abbandonare quanto è stato fatto ma tenere quello che di buono si è fatto, svilupparlo e valorizzarlo dando spazio, però, anche alle tante attività che in questi anni non hanno mai avuto la possibilità di presentare i loro progetti".

Per quanto riguarda la Perdonanza, osserva la Di Cosimo, "anche lì ci saranno dei cambiamenti" già a partire da questa edizione. "Con umiltà, maturità e equilibrio ci siamo resi conto che non si poteva stravoilgere il lavoro di chi per un anno aveva messo in piedi un’impostazione. Ho parlato con Alfredo Moroni (presidente del comitato organizzatore, ndr): se per i macro eventi i giochi sono chiusi, è ancora possibile dettagliare nello specifico. Noi ci faremo garanti della qualità e della copertura finanziaria degli eventi pianificati".

Ultima modifica il Lunedì, 10 Luglio 2017 18:35

Articoli correlati (da tag)