Sabato, 14 Ottobre 2017 12:21

"Scrittori al centro": da Paolo Mieli a Sandro Veronesi, a L'Aquila sei appuntamenti con grandi autori

di 
Sandro Veronesi Sandro Veronesi

Paolo Mieli, Sandro Veronesi, Daniele Manca, Stefano Bartezzaghi, Carla Maria Russo e Sabina Minardi.

Sono i nomi in programma nella rassegna "Scrittori al centro", che si svolgerà all'Aquila dal 4 novembre al 13 gennaio.

L'evento è organizzato dalla Fondazione Carispaq e curato da Greta Salve.

"La scelta degli ospiti" afferma quest'ultima "è stata determinata dal loro talento e dalla volontà di trattare temi diversi che possano interessare un pubblico eterogeneo. Si passa così dalla storia alla politica, dal cinema ai giochi di parole. Scrittori al centro è una celebrazione della cultura senza briglie".

Si parte sabato 4 novembre con Paolo Mieli, che presenterà il suo nuovo saggio Il caos italiano, alle origini del nostro dissesto, un libro in cui l'editorialista del Corriere della Sera ripercorre la vita del nostro Paese attraverso una serie di storie – le convulse vicende politiche dei primi anni del Regno; la Grande Guerra; il fascismo; politici del dopoguerra come De Gasperi, La Malfa o Nenni; vicende oscure quali il golpe del generale De Lorenzo o il dirottamento dell’Achille Lauro; cronache giudiziarie come quelle del caso Montesi o dell’assassinio del giudice Caccia – che contribuiscono a disegnare un ritratto dell’Italia e della sua politica molto spesso diverso dalla storia ufficiale. Per l'occasione l'autore dialogherà con Fabrizio Marinelli, professore di Diritto privato all'Università dell'Aquila. Dove: Auditorium Sericchi, ore 18.

Il 9 novembre sarà la volta di Sandro Veronesi, vincitore del Premio Strega 2006 con Caos calmo, che, in una conversazione con Gabriele Lucci, ex direttore dell'Accademia dell'Immagine dell'Aquila, parlerà di cinema passivo, partendo dal concetto, elaborato da Alberto Moravia, secondo cui il cinema che origina dalla letteratura è un'arte o comunque una disciplina autonoma, ragion per cui i film devono rappresentare i loro registi, non gli autori dei libri da cui sono tratti. Dove: Auditorium Sericchi, ore 18.

Il 23 novembre Stefano Bartezzaghi - giornalista, scrittore, semiologo ed enigmista - dialogando con Valeriano Salve, catturerà l'attenzione con una simpatica provocazione presa in prestito da Albus Silente, il rettore di Hogwarts, la magica scuola di Harry Potter, in un incontro per il quale, non a caso è stato scelto il nome Le quattro parole del mago silente. Un susseguirsi di parole con le quali l'autore descriverà magheggi, frivolezze, poesia, stupore ma anche l'innegabile stupidità. Dove: Auditorium Elio Sericchi, ore 18.

Il 30 novembre Daniele Manca, vice direttore del Corriere della sera, insieme a Fabrizio Politi, professore di Diritto costituzionale all'Università dell'Aquila, presenterà il suo primo romanzo, La Rossa, un racconto in cui la Giulietta, storica vettura prodotta dall'Alfa Romeo, condurrà i lettori nella Milano del boob economico tra palazzoni, amori e loschi affari, dimostrando che la frequentazione della scienza teiste, come viene definita l'economia, non cancella la predilezione per una prosa calda, empatica, intrisa di senso dell'umano. Dove: Palazzetto dei Nobili, ore 18.

Il 14 dicembre l'appuntamento è con la scrittrice Carla Maria Russo e con il suo romanzo storico Le nemiche, dedicato agli sfarzi, agli intrighi e al potere di due figure femminili anconra oggi moto controverse: Isabella d'Este e Lucrezia Borgia. Il libro sarà presentato dall'autrice insieme a Walter Capezzali. Dove: Palazzetto dei Nobili, ore 18.

Il 13 gennaio 2018 concluderà la rassegna Sabina Minardi, giornalista dell'Espresso, che ha debuttato nella narrativa con il romanzo Caterina nella notte, dedicato alla figura di Santa Caterina da Siena, vista però in una prospettiva inedita. A dialogare cion l'autrice Silvia Mantini, professoressa di Storia moderna all'Università dell'Aquila.

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito.

Info: www.fondazionecarispaq.it

Articoli correlati (da tag)

Chiudi