Stampa questa pagina
Venerdì, 30 Novembre 2018 14:36

Iniziativa sociale dei RBE: raccolta fondi per donare un 'Dignicap' al San Salvatore

di 

"Alla mia terra giuro eterno amor. Non sono parole messe a caso ma è una frase che per noi ha un profondo significato e nella quale si racchiude la nostra essenza".

Si legge in una nota dei Red Blue Eagles, i tifosi organizzati dell'Aquila calcio, che quest’anno organizzeranno la decima edizione di una giornata all’insegna della "solidarietà, del ricordo di chi ci ha lasciato, dell’aggregazione e di molto altro ancora, ma che è solo l’epilogo di un percorso che ogni anno parte da lontano. Anche questa volta abbiamo un valido obiettivo da raggiungere e per farlo partiremo raccogliendo fondi fin dal mese di dicembre", svelano i RBE.

Che spiegano: "Siamo venuti a conoscenza tramite Chiara, un’amica speciale con la quale abbiamo già condiviso diversi progetti, della storia di Morena e della sua famiglia. Morena è una ragazza teramana, venuta a mancare a soli 34 anni per un tumore al seno, dopo essere stata in cura al reparto di Oncologia del San Salvatore dell’Aquila. I genitori, papà Giovanni e mamma Paola, dopo la scomparsa della figlia, hanno fondato la Onlus “Morena, una farfalla per sempre”.

Attraverso campagne di raccolta fondi, l’associazione dona strumenti ospedalieri ai reparti di oncologia. "Uno degli obiettivi, è quello di acquistare un macchinario chiamato Dignicap che evita la caduta dei capelli in tutte le donne/uomini/bambini che effettuano chemioterapia. E’ una cuffia all’interno della quale circola un liquido refrigerante che ha la capacità di raffreddare il cuoio capelluto, proteggendo cosi le cellule dei bulbi piliferi. Tale apparecchio, ad oggi, è in dotazione a pochi centri in Italia ma non è presente in nessun ospedale della nostra regione. Il nostro intento è quello di donare, insieme a Chiara e a Giovanni, il macchinario Dignicap all’ospedale San Salvatore dell’Aquila".

Lo scopo è quello di poter alleviare le sofferenze dei malati di tumore cercando di dare loro un importante aiuto psicologico. "Dopo aver conosciuto papà Giovanni, un vulcano di energia positiva che ha trasformato il suo dolore in speranza e in atti concreti a favore di persone che soffrono, ci siamo fin da subito convinti ad appoggiare il suo progetto. Per questo, inizieremo a raccogliere i primi fondi vendendo dei braccialetti neroverdi con scritto 'Alla mia terra giuro eterno amor' al prezzo di €5, che chiunque, potrà acquistare già da Domenica prossima nella gara casalinga de L’Aquila 1927, oppure contattando i ragazzi del gruppo. Seguiranno altre iniziative che comunicheremo. Abbiamo una sola parola e anche questa volta l’abbiamo data e siamo convinti che con l’aiuto di tutti ce la faremo".

Articoli correlati (da tag)