Stampa questa pagina
Lunedì, 10 Dicembre 2018 12:30

Protezione civile, ecco il vademecum: prima di Natale, prova d'evacuazione delle scuole di Colle Sapone

di 

E’ stata presentata stamane, a Palazzo Fibbioni, la brochure “La nostra città e la Protezione civile” che verrà distribuita nelle scuole della città, in circa 12mila copie. Si tratta di un vademecum, realizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, che intende contribuire alla diffusione di una cultura della protezione civile e della prevenzione, e che “dovrebbe essere presente in ogni abitazione, in particolare qui a L’Aquila” ha tenuto a sottolineare il sindaco Pierluigi Biondi.

La pubblicazione è tra le attività finanziate col bando europeo ‘Comunicare per proteggere’, vinto dal Comune dell’Aquila con un progetto da 100mila euro. “L’idea è stimolare la curiosità delle ragazze e dei ragazzi e, tramite loro, arrivare ai genitori; d’altra parte, incuriosire i più giovani sui temi della prevenzione è più semplice che farlo con gli adulti”.

A breve inizierà la distribuzione, col supporto dell’Ufficio scolastico regionale, e ci saranno alcune giornate dimostrative nelle scuole. “Tra i compiti dei Comuni in tema di Protezione civile, c’è l’informazione ai cittadini e l’attività pianificatoria per rispondere alle emergenze: ebbene, il libricino con la nostra mascotte Celestino serve proprio a far comprendere che ogni singolo cittadino può dare il suo contributo nella gestione dell’emergenza, conoscendo i meccanismi e il funzionamento della Protezione civile”, ha aggiunto l’assessore delegato Emanuele Imprudente. “Un cittadino informato e consapevole si sente più sicuro ovunque, sa come gestire una situazione di emergenza e diventa un sostegno fondamentale del Comune nella ordinarietà e nella straordinarietà degli interventi”.

In questo senso, il vademecum è diviso in due parti: la prima di educazione civica, spiega il funzionamento della Protezione civile comunale nel quadro normativo vigente; la seconda, invece, di prevenzione e gestione delle emergenze. “Ci è sembrato opportuno portare il libricino nelle scuole, spiegare ai ragazzi e alle ragazze le buone pratiche chiedendo loro, poi, di trasmetterle in famiglia”.

Come dicevamo, si tratta soltanto di una delle attività messe in campo dall’assessorato: “in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, stiamo realizzando anche un cartone, un cortometraggio da proiettare nelle scuole, nei cinema e da trasmettere sulle televisioni locali. Inoltre, tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio sarà pronta anche la App che stiamo realizzando con il Gran Sasso Science Institute”.

Imprudente ha inteso sottolineare che si sono già tenute, in questi mesi, quattro diverse esercitazioni di Protezione civile e, ha annunciato, “prima di Natale testeremo il piano di evacuazione delle scuole di Colle Sapone”. Intanto, è in corso una revisione del piano di Protezione civile comunale.

Insomma, non si tratta di una iniziativa estemporanea. “Ho potuto constatare come la pubblicazione e diffusione delle brochure sia inserita in una attività più ampia che dimostra la rinnovata attenzione dell’amministrazione per la sicurezza, in particolare nelle scuole”, le parole di Massimiliano Nardocci, vice direttore dell’Ufficio scolastico regionale. “Essere stati coinvolti nel progetto – ha aggiunto il professor Raimondo Fanale dell’Accademia di Belle Arti – è stato un onore e una sfida, che abbiamo raccolto con entusiasmo; nella nostra piccola Accademia si possono trovare competenze e professionalità importanti, e speriamo siano coinvolte sempre più spesso in iniziative così importanti per la città”.

Ultima modifica il Lunedì, 10 Dicembre 2018 22:41

Articoli correlati (da tag)