Stampa questa pagina
Venerdì, 19 Luglio 2019 14:04

Cantieri dell'Immaginario, arriva il compositore e pianista americano Uri Caine

di 

L’evento in programma sabato 20 luglio con inizio alle ore 21,30 all’Emiciclo promosso dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” e inserito nel cartellone de I Cantieri dell’Immaginario, presenta “Seven Dreams” per trio ed ensemble del compositore e pianista americano Uri Caine.

L’opera è stata commissionata da Umbria Jazz per la riapertura della Chiesa Auditorium di San Francesco al Prato, uno dei luoghi più suggestivi della storia del festival umbro, dove viene presentata in prima esecuzione il 19 luglio.

Dunque, l’evento dell’Aquila risulta essere la prima esecuzione “fuori casa”, ma soprattutto un esempio della stretta collaborazione in atto fra Umbria Jazz e la Società Aquilana dei Concerti che porterà ulteriori sorprese per la prossima stagione. In questa speciale occasione condividono il palco con lo stesso pianista Uri Caine, altri due grandi jazzisti americani, il contrabbassista Mark Helias e il batterista Clarence Penn insieme ad un’orchestra formata da Umbria Jazz Orchestra e Orchestra da Camera di Perugia

L'originale arte compositiva di Uri Caine ha spesso tratto ispirazione dalla grande musica occidentale e, in particolare, ha più volte toccato la tradizione italiana. Questa volta il compositore americano affonda le mani nell'opera di Gesualdo da Venosa (1566 – 1613). La musica di Gesualdo è impiegata come matrice generativa, il punto di partenza di un percorso vertiginoso, per molti versi illuminante, che attraversa e sovrappone linguaggi distanti e al tempo stesso sorprendentemente complementari. La musica di Uri Caine può essere definita jazz ma con matrici classiche, ebraiche, elettroniche e sperimentali. I suoi progetti sono sempre molto originali e realizzati in collaborazione con i più grandi artisti del mondo.

Articoli correlati (da tag)