Sabato, 03 Agosto 2019 14:25

Perdonanza, un copione già visto: a 19 giorni dall'evento, non è ancora noto il programma

di 

"L'estate abruzzese entra nel vivo; le prossime tre settimane si annunciano ricche di appuntamenti e caratterizzate dalla presenza di molti big della musica e del teatro". E via, col fitto programma di eventi tra cui scegliere per trascorrere i giorni di agosto. 

Sono le prime righe di un lancio diffuso dall'Ansa in queste ore e ripreso dalle principali testate giornalistiche abruzzesi. 

Ovviamente, non sono segnalati appuntamenti a L'Aquila: d'altra parte, ad oggi - domenica 4 agosto - non è ancora noto il programma della 725esima Perdonanza Celestiniana, l'evento che segna l'agosto aquilano.

Eppure, mancano poco più di due settimane all'inizio della Perdonanza.

L'anno passato, il programma completo era stato pubblicato sul sito ufficiale il 13 agosto; tuttavia, il 24 luglio erano stati almeno annunciati i concerti di Francesco De Gregori e Riccardo Cocciante, oltre al musical Jesus Christ Superstar; l'edizione della Perdonanza 723, la prima dell'era Biondi sebbene organizzata dal comitato indicato dal predecessore Cialente, era stata presentata invece il 4 agosto; nel 2016, avevamo dovuto attendere il 5 agosto.

Insomma, un copione già visto e che si ripete da anni. Col solito finale: si fatica a rendere la Perdonanza un appuntamento di rilevanza nazionale, attrattivo oltre i confini del circondario; poco o nulla si è fatto per rendere il giubileo celestiniano un evento "lungo tutto l'anno", come si è sentito ripetere dalla passata e dall'attuale amministrazione, e poco o nulla si è fatto in termini di promozione fuori dai confini cittadini. Se si aggiunge che il programma viene reso noto, con colpevole ritardo, a ridosso dell'evento, è evidente come sia improbabile che la Perdonanza celestiniana possa assumere, davvero, il ruolo che pure potrebbe avere, di appuntamento, cioé, di straordinaria rilevanza religiosa, culturale e, dunque, turistica. 

E' ancor più grave sia accaduto quest'anno, col giubileo celestiniano che attende, finalmente, il riconoscimento dell'Unesco a patrimonio immateriale dell'umanità. 

D'altra parte, l'avviso finalizzato a raccogliere proposte artistico - culturali da inserire nel cartellone degli eventi è stato pubblicato soltanto il 23 luglio scorso, ad un mese dall'inizio della Perdonanza, e alle associazioni culturali, sociali e sportive del territorio sono stati lasciati 10 giorni, scaduti sabato, per avanzare proposte "attinenti con la valenza storico-culturale e religiosa della manifestazione, con la finalità di valorizzare il messaggio celestiniano". Un ritardo che ha irritato, e non poco, il mondo culturale cittadino, stante anche il disagio di alcune associazioni che aspettano ancora il pagamento delle proposte supportate dal Comune nell'ambito delle celebrazioni dell'anno passato. 

Non esattamente una gestione virtuosa, capace di stimolare le associazioni a realizzare eventi di rilievo per arricchire il programma della Perdonanza Celestiniana. 

 

Ultima modifica il Sabato, 03 Agosto 2019 23:31

Articoli correlati (da tag)

Chiudi