Giovedì, 19 Settembre 2019 15:43

Barattelli: presentata la 74ª stagione, nel segno di Beethoven. Torna Spazio Jazz con Rea e Scofield

di 
Uto Ughi Uto Ughi

Si aprirà domenica 13 ottobre con Grigory Sokolov la 74ª  stagione della società concerti Barattelli.

Il maestro russo, considerato uno dei massimi pianisti viventi, inaugurerà, con un concerto in cui interpreterà Mozart e Brahms, un cartellone che conta, complessivamente, 40 appuntamenti. Tra questi ci saranno (fuori abbonamento) anche i 3 eventi natalizi di Spazio Jazz, che torna, dopo qualche anno di pausa, in una nuova veste, grazie alla collaborazione con Umbria Jazz Winter.

La chiusura della stagione sarà affidata, invece, domenica 10 maggio, a Uto Ughi. Il celebre violinista, diventato, ormai, un habitué all’Aquila (la sua prima esibizione in città risale al 1963), si presenterà con un programma raffinato che spazierà dal compositore barocco Tommaso Antonio Vitali a Ludwig van Beethoven.

Sarà proprio quest’ultimo il leitmotiv di tutta la stagione.

Il 2020 segnerà, infatti, il 250° anniversario della nascita di Beethoven. Il direttore artistico della Barattelli, Fabrizio Pezzopane (che ha presentato il programma insieme al presidente della società concerti Giorgio Battistelli, al presidente onorario Vittorio di Paola e al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi) ha voluto celebrare la ricorrenza partecipando al calderone di iniziative che si svolgeranno in tutte le città europee per omaggiare il compositore, pianista e direttore d’orchestra tedesco - l'autore più suonato di tutti i tempi ancora oggi, secondo il sito “Bachtrack” - e che sono state racchiuse sotto il marchio BTHVN 2020.

Gli appuntamenti esplicitamente dedicati a Beethoven saranno sei – tra questi, una libera interpretazione in forma di concerto di un racconto autobiografico di Richard Wagner su una sua visita a casa dell’autore dell’Eroica – ma la presenza di composizioni e opere del genio di Bonn sarà costante e caratterizzerà molti altri appuntamenti.

Il programma presenta anche nomi noti al grande pubblico, tra cui quelli degli attori Sergio Rubini – che sarà voce recitante in uno spettacolo tratto dal romanzo breve di Tolstoj La sonata a Kreuzer in cui si esibirà anche il Quartetto d’Archi del Maggio Musicale Fiorentino - e Maddalena Crippa, protagonista di Ovunque, fuori dal mondo, spettacolo dedicato alle Tre Sonate di Claude Debussy.

Altri nomi presenti in cartellone sono i pianisti Giuseppe Albanese, Carlo Grante, Andrea Lucchesini e Beatrice Rana, il violinista Domenico Nordio, il violoncellista Enrico Dindo; i gruppi da camera Trio di Parma, al quale è affidato un ciclo di concerti dedicati a compositori dell’area slava e balcanica, e il Quartetto di Cremona, che porterà il ciclo dell’integrale dei quartetti per archi di Beethoven; e poi le orchestre: la North Czech Orchestra Filarmonica, che eseguirà, fra l’altro, la Seconda Sinfonia di Beethoven; la celebre Orchestra di Piazza Vittorio, che proporrà live l’album Credo, un progetto sul dialogo interreligioso; La Verdi Barocca e l’Orchestra della Toscana, una delle formazioni più prestigiose d’Italia.

Non mancheranno i tradizionali appuntamenti natalizi con il gospel e il Coro di Voci Bianche. Sempre sotto Natale - il 27, 28 e 29 dicembre – tornerà Spazio Jazz, con tre concerti speciali organizzati in collaborazione con Umbria Jazz Winter: Le canzoni di Mina, con Danilo Rea (pianoforte), Massimo Moriconi (contrabbasso) e Alfredo Golino (batteria); il live del trio di Isaiah Thompson, uno dei più grandi pianisti jazz in circolazione; e, infine, The magic and the mystery of The Beatles, tributo ai Fab Four del quartetto del chitarrista John Scofield.

Oltre a quello a Beethoven, altri omaggi saranno dedicati a Federico Fellini (per il centenario della nascita); Piero Farulli (fondatore dello storico Quartetto Italiano) e Roman Vlad (compositore e a lungo presidente onorario della stessa Barattelli). In occasione della Giornata dela Memoria, invece, si terrà lo spettacoo Memorie della Shoah, con l'attore Manuele Morgese e la tromba di Fabrizio Bosso

Previsto anche un altro concerto per il decennale del sisma, dopo quello commissionato a Nicola Piovani che si tenne, il 7 aprile scorso, nella basilica di Santa Maria di Collemaggio.  Quest’anno la Barattelli ha deciso di coinvolgere Carlo Crivelli, uno dei più grandi compositori di musiche per il cinema italiani. Il 1 novembre Crivelli tornerà con l’Orchestra Città Aperta, diretta per l'occasione da Jonathan Williams, con la quale proporrà Le vie dell’Aquila, una speciale opera dedicata alla città composta proprio per l’anniversario del terremoto.

Oltre all’offerta concertistica, proseguiranno le “Conversazioni a Palazzo Di Paola”, la serie di incontri con personalità illustri del mondo della cultura volte alla formazione, alla divulgazione, alla presentazione di pubblicazioni, ma anche guida all’ascolto di alcuni programmi dei concerti in cartellone, e altre iniziative legate ai Viaggi Musicali che la Barattelli organizza per assistere ai grandi allestimenti lirici nei migliori teatri italiani.

Palazzo Di Paola, già sede del Laboratorio Culturale e Musicale che contiene anche una bellissima collezione di strumenti antichi, accoglierà a breve anche gli uffici della Barattelli.

Gli abbonamenti saranno disponibili a partire da lunedì 23 settembre negli attuali uffici in via Strinella 35 (intero 140 euro; ridotto giovanile fino a 26 anni 70 euro).

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.barattelli.it

Ultima modifica il Giovedì, 19 Settembre 2019 17:18

Articoli correlati (da tag)

Chiudi