Stampa questa pagina
Lunedì, 28 Ottobre 2019 16:38

Teatro Stabile d'Abruzzo: presentato il programma della stagione 2019/20

di 

Sarà Happy Next, di Simone Cristicchi e Francesco Niccolini ad alzare il sipario, il prossimo 28 novembre, sulla nuova stagione del Teatro Stabile d'Abruzzo.

Dieci gli appuntamenti in programma, sette dei quali prodotti dal Tsa, per un cartellone che dà grande spazio anche alla commedia partendo dalla rilettura di grandi classici: dalla creazione originale ispirata ai drammi shakespeariani Falstaff e il suo servo, di Nicola Fano e Antonio Calenda, a Il Rompiballe, che, dopo il successo de La cena dei cretini, vede la coppia Pistoia- Triestino alle prese con un'altra esilarante creazione di Francis Veber, passando per A Christmas Carol, il musical intepretato dall'attore Roberto Ciufoli.

"Infinito futuro", il sottotitolo della nuova stagione caratterizzata da spettacoli corali, numerose collaborazioni con importanti enti italiani, a partire dal Centro teatrale bresciano, e un'attenzione particolare alla nostra terra. All'Abruzzo sono dedicate due produzioni: Fontamara , un adattamento del romanzo di Silone curata da Francesco Niccolini e portato in scena dalla Compagnia di Avezzano, e Caprò di e con Edoardo Oliva, abruzzese e tra i più grandi narratori italiani, che porta in scena la storia di un contandino, abruzzese anch'egli, vissuto nella seconda metà dell'Ottocento.

Il programma è stato presentato questa mattina alla sede del Tsa all'Aquila, alla presenza della presidente del Tsa Annalisa De Simone, del direttore artistico Simone Cristicchi, del sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi, del senatore Geatano Quagliarello e della deputata dem Stefania Pezzopane.

"Felicità", "attenzione" e "umiltà", le tre parole fortemente sottolineate da Cristicchi che ha inteso evidenziare "lo sforzo di collaborazione su cui ci siamo concentrati quest'anno. Definirei questa - ha proseguito - la stagione della cooperazione e collaborazione, che ha portato a nuovi contributi, come quello del Sardegna Teatro e a rafforzare collaborazioni esistenti, a partire da quella con il Centro tetrale bresciano e due grandi artisti, Antonio Calenda e Franco Branciaroli che porteranno qui, il prossimo 18 dicembre, Falstaff e il suo servo".

Sulla necessità di una sinergia con le altre istituzioni nell'ambito di "un percorso di crescita dell'Ente e di sviluppo culturale del territorio" si è soffermata la presidente De Simone, che ha evidenziato come alcuni dei macrobiettivi tracciati all'inzio del suo mandato siano stati raggiunti proprio grazie alla capacità di "fare rete". A partire dalla ristrutturazione aziendale, che ha permesso di "organizzare in modo più strategico il lavoro. Vorrei sottolineare al riguardo, il rapporto di sinergia con l'Università dell'Aquila, in particolare con il dipartimento di economia, che ci ha aiutato con questo studio sperimentale di partnenariato. L'apertura ai contributi da parte di altri - ha sottolineato De Simone - è una strategia che permette il raggiungimento di obiettivi".

"In questi anni - ha proseguito la presidente - siamo riusciti non solo a far fronte alle difficoltà ordinarie, ma anche a cogliere delle opportunità. E' stata da poco bandita una manifestazione di interesse: il Tsa, per la prima volta dopo tanto, si doterà di altre figure professionali concentrate sui bandi comunitari. La platea di finanziamento che sostiene l'Ente ha a che fare con il Mibac, con gli enti territoriali ma anche con l'Europa in termini di politiche culturali, ed è fondamentale che ci siano competenze in grado di intercettare questi finanziamenti".

Quindi, il sostegno da parte dei privati, anch'esso di fondamentale importanza, che si possono avvalere dello strumento 'Art Bonus', una misura agevolativa sotto forma di credito d'imposta introdotta per favorire, appunto, le erogazioni liberali a sostegno della cultura. "In questi anni ho intrapreso una campagna di sensibilizzazione per incoraggiare le imprese a sostenere la cultura in questa città. IL sostegno è arrivato soprattutto dall'Ance, e dagli iscritti Ance, capaci di erogare volontariamente oltre sei milioni a sostegno di iniziative promosse da associazioni o da singoli operatori nel campo dello sport, della cultura e del sociale".

Per il sindaco Biondi "la nuova stagione del Teatro stabile d'Abruzzo segue il solco di una tradizione in cui innovazione, sperimentazione e intraprendenza sono tratti distintivi dell'humus artistico di questa terra che già nel secolo scorso manifestava la sua vivacità. A mio avviso oggi c'è uno sforzo da fare, o meglio da recuperare, nel panorama culturale aquilano: quello di mettere da parte le singolarità che ognuno rappresenta per realizzare un disegno complessivo e articolato, frutto di una strategia comune".

"Va data una chiave di lettura univoca: far capire che nella città dell'Aquila accade tutto questo non solo per le risorse del programma ReStart,  o perché siamo a dieci anni dal sisma o, ancora, perché la nostra immagine ha appeal visti i frangenti di crisi. Accade, piuttosto, perché si risveglia progressivamente nello spirito della città, in chi governa le istituzioni culturali, uno "Zeitgeist", un sentimento che doveva essere ravvivato dalle persone giuste. E il Tsa dimostra, ancora una volta, di interpretare perfettamente questo spirito di trasformazione. Con le istituzioni già citate - penso all'Università, al Conservatorio, al Gran Sasso Science Institute o alla fondazione Maxxi - come amministrazione comunale abbiamo instaurato un rapporto di reciproca fiducia e collaborazione che, in questo decennale e oltre, trova nuove aperture e possibilità" ha concluso Biondi.

La campagna abbonamenti avrà inizio lunedì 4 novembre 2019 con l’apertura del botteghino dalle ore 10,00, nella sede del Tsa in Corso Vittorio Emanuele n.102 L’Aquila. La vendita degli abbonamenti, fino ad esaurimento posti, sarà effettuata anche on line attraverso il circuito I-Ticket al quale si potrà accedere dalla sezione dedicata che sarà presente sul sito del Tsa www.teatrostabile.abruzzo.it.

Prezzi abbonamenti: € 145,00 intero / € 100,00 ridotto
Prezzi biglietti: € 18,00 intero / € 13,00 ridotto

Il programma

giovedì 28 novembre ore 21,00 Turno A
venerdì 29 novembre ore 17,30 Turno B
HAPPY NEXT
di  Simone Cristicchi e Francesco Niccolini
regia Roberto Aldorasi
con Simone Cristicchi
e con Ariele Vincenti e Cristina Piedimonte
una Produzione TSA-CTB-Arca Azzurra

martedì 10 dicembre ore 21,00 Turno A
mercoledì 11 dicembre ore  17,30 Turno B
A CHRISTMAS CAROL, il musical
di Alan Menken
regia e coreografie Fabrizio Angelini
direzione musicale  Gabriele de Guglielmo
con Roberto Ciufoli
una Produzione TSA-Compagnia dell'Alba

mercoledì 18 dicembre  ore  21,00 Turno A
giovedì 19 dicembre ore 17,30 Turno B
FALSTAFF E IL SUO SERVO
di Nicola Fano e Antonio Calenda
da William Shakespeare
regia di Antonio Calenda
con Franco Branciaroli,  Massimo De Francovich, Valentina Violo, Valentina D’Andrea, Alessio Esposito,
Matteo Baronchelli
una Produzione TSA-CTB-Teatro de gli Incamminati

giovedì 9 gennaio ore  21,00 Turno A
venerdì 10 gennaio ore 17,30 Turno B
CAPRO'
di Vincenzo Mambella
regia Edoardo Oliva
con Edoardo Oliva
una Produzione TSA-Teatroimmediato
giovedì 30  gennaio ore  21,00 Turno A
venerdì 31 gennaio ore  17,30 Turno B
IL ROMPIBALLE
di Francis Veber
regia PistoiaTriestino
con Paolo Triestino, Nicola Pistoia,
Antonio Conte, Loredana Piedimonte,
Matteo Montaperto, Alessio Sardelli
una Produzione ArtistiAssociati

giovedì 6 febbraio ore  21,00 Turno A
venerdì 7  febbraio ore 17,30 Turno B
BLUMEN
di Helmut Langestoss
regia Maria Assunta Calvisi
con Miana Merisi e Luigi Tontoranelli
una Produzione L'Effimero Meraviglioso-Sardegna Teatro

giovedì 27 febbraio ore  21,00 Turno A
venerdì 28 febbraio ore 17,30 Turno B
LA CLASSE
di Vincenzo Manna
regia Giuseppe Marini
con Claudio Casadio, Andrea Paolotti
Brenno Placido, Edoardo Frullini,
Valentina Carli, Haroun Fall,
Cecilia D'Amico, Giulia Paoletti
una Produzione Società per Attori -Accademia Perduta Romagna Teatri-Goldenart

giovedì 19 marzo  ore  21,00 Turno A
venerdì 20 marzo ore 17,30 Turno B
FONTAMARA
da Ignazio Silone
adattamento di Francesco Niccolini
regia Antonio Silvagni
con Angie Cabrera, Stefania Evandro,
Alberto Santucci, Rita Scognamiglio,
Giacomo Vallozza
una Produzione TSA-Lanciavicchio

giovedì 2 aprile ore  21,00 Turno A
venerdì 3 aprile ore 17,30 Turno B
LA STELLA DI CASA
di  Danilo De Santis e Brunilde Gambaro
regia di Danilo De Santis
con Danilo De Santis, Roberta Mastromichele, Francesca Milani,
Pietro Scornavacchi
una Produzione Teatro Stabile d'Abruzzo

giovedì 23 aprile ore  21,00 Turno A
venerdì 24 aprile ore 17,30 Turno B
HAMLET
da William Shakespeare
regia Alessandro Angelini
con Giorgio Pasotti e Mariangela D'Abbraccio
una Produzione TSA-Fattore K-Stefano Francioni Produzioni

Articoli correlati (da tag)