Stampa questa pagina
Lunedì, 10 Maggio 2021 14:50

Univaq: continua online la quindicesima stagione dei 'Mercoledì della Cultura'

di 

Continua online la quindicesima stagione dei Mercoledì della Cultura dell'Università dell'Aquila.

Il 12 maggio alle 18.15 sarà ospite dell’Ateneo, in collegamento da Bologna, Vincenzo Balzani*, con un intervento dal titolo Sostenibilità ecologica e sociale.

La Terra su cui viviamo, la nostra casa comune, è una specie di grande astronave che viaggia nell’infinità dell’Universo. Al di fuori di essa, soltanto la radiazione solare contribuisce al suo fabbisogno energetico, e proprio per questo bisogna essere consapevoli che il nostro pianeta ha dimensioni “finite”. Pertanto, fatta eccezione per l'energia solare, le risorse di cui disponiamo sono limitate, ed è limitato anche lo spazio in cui collocare i rifiuti.

Per raggiungere la sostenibilità ecologica dobbiamo affrontare tre transizioni interconnesse: energetica, economica e culturale. E’ però necessario raggiungere anche la sostenibilità sociale, minacciata dalle crescenti disuguaglianze.

L'evento potrà essere seguito tramite:

• diretta streaming collegandosi a www.univaq.it/live;

• piattaforma TEAMS > gruppo "I mercoledì della cultura" > codice “mhgxhct”

 

*Vincenzo Balzani, chimico e professore emerito dell’Università di Bologna, è stato un pioniere della ricerca sulle macchine molecolari, diventando uno dei chimici più conosciuti nel panorama internazionale. Ha contribuito in modo fondamentale non solo alla realizzazione dei primi prototipi di macchine molecolari (dispositivi in grado di compiere piccoli movimenti indotti dalla luce), ma anche allo sviluppo e al consolidamento dei concetti alla base di questo campo di ricerca, divenuto negli anni uno dei settori più attivi e stimolanti della chimica moderna. Da molti anni affianca alla ricerca scientifica un'intensa attività di divulgazione, anche sul rapporto fra scienza e società e fra scienza e pace, con particolare riferimento ai temi dell'energia e delle risorse. Fra le numerose onorificenze ricevute, nel 2019 è stato nominato Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Articoli correlati (da tag)