Stampa questa pagina
Giovedì, 11 Agosto 2022 12:06

Mappa turistica L’Aquila Città Dei Quarti: uno strumento anche per i cittadini

di  Antonia Melaragni

Un progetto che rappresenta uno strumento per i turisti ma anche per tutti i cittadini: è la Mappa turistica L’Aquila Città Dei Quarti, presentata stamane a Palazzo Fibbioni.

Il progetto nasce dall’idea di Giorgio Carissimi con la collaborazione grafica di Maura Coccia Colaiuta, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con la CNA di L’Aquila.

Una mappa completa di tutte le attività e i servizi della città, realizzata anche grazie ai commercianti che hanno aderito e messo al servizio del progetto le proprie energie.

“Questa è un idea che ho avuto post covid, ci siamo presentati senza indicazioni per i turisti, abbiamo avuto un’affluenza esagerata nel 2000/2001 quindi avevamo bisogno di uno strumento per visitare questa città. Appena è nata l’idea tutti si sono messi a disposizione, hanno collaborato tutti i commercianti e ad oggi abbiamo questo strumento importantissimo per la terza edizione” racconta Giorgio Carissimi.

Non è importante solo per il turismo ma anche per tutta la cittadinanza - continua Giorgio Carissimi- raccoglie tutto quello che può essere utile ad un cittadino, sono segnalati punti bancomat, poste, attività commerciali, palazzi storici, monumenti e per esempio se si vuole consultare il programma della perdonanza c’è il QR-code aggiornato in tempo reale.”

Un progetto quello della Mappa Turistica portato a termine con il Comune di L’Aquila, a partire da questa presentazione Ersilia Lancia, assessore comunale al Turismo, racconta gli obiettivi dell’amministrazione per i prossimi mesi su questo tema:

“L’amministrazione comunale raccogliendo lo sforzo della mappa che è anche lo sforzo dei commercianti e delle associazioni di categoria dovrà necessariamente in questo autunno avviare e lavorare ad un piano di azione turistico che deve farci concentrare su una serie di direttrici fondamentali. Sarà necessario per esempio rafforzare e lavorare sul brand L’Aquila, dovrà essere messa in rete l’accoglienza ma anche i servizi che già ci sono lavorando ad una carta dei servizi turistici. - afferma Ersilia Lancia.

L’Aquila deve uscire dai confini abruzzesi implementando quei numerosi filoni di turismo che ha in se: il turismo religioso, quello sportivo ed anche quello culturale, mettendo a regime professionalità che già ci sono. La mappa che abbiamo presentato è lo sforzo di più anime e racconta L’Aquila storica e identitaria che si apre e che trova un modo diverso di raccontarsi ma è chiaro che il lavoro sul turismo deve essere implementato. Rispetto allo scorso anno gli operatori mi hanno riferito una decrescita, i turisti cercano e scelgono mete estere. Come può l’aquila diventare meta turistica sempre più scelta? Dobbiamo per esempio anche lavorare su una destagionalizzazione dell’offerta turistica. Questi sono argomenti su cui vogliamo lavorare e su cui io voglio lavorare.” Conclude l’assessore al turismo del Comune di L’Aquila.

Le mappe saranno consegnate alle attività recettive, agli info-point attivati in città, alle associazioni di categoria e a tutti coloro che ne faranno richiesta.