Mercoledì, 05 Giugno 2013 11:07

5 giugno: giornata mondiale dell'ambiente

di 

Oggi 5 giugno è la Giornata mondiale dell'Ambiente che si celebra ogni anno dal 1972, quando venne proclamata festività dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L'obiettivo di questa giornata è sensibilizzare le persone sui problemi ambientali e cercare di spingere i governi ad azioni che migliorino l'attuale situazione, che non è positiva né livello nazionale che globale.

Think, eat, save (pensa, mangia, risparmia) è il motto di quest'anno.

Ogni anno nel mondo 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, che sono ben un terzo degli alimenti prodotti, vengono gettate durante uno dei passaggi dal produttore al consumatore. E' il quadruplo di quanto servirebbe a nutrire gli 868 milioni di persone che nel mondo soffrono la fame. Lo ricorda l'Unep (agenzia dell'Onu per l'ambiente) che ha scelto appunto il tema alimentare della Giornata mondiale dell'Ambiente di quest'anno, per richiamare ciascuno alla sue responsabilità perchè ognuno deve essere protagonista del cambiamento a sostegno di uno sviluppo sostenibile ed equo.

L'Unep e la Fao (Food and Agriculture Organization) hanno anche stilato un decalogo per cercare di spingere ognuno nel suo piccolo ad evitare gli sprechi.

1) Pianifica gli acquisti, usa una lista della spesa e evita gli acquisti "d'impulso". Non lasciarti irretire dalle promozioni che ti spingono a comprare più del necessario.
2) Non comprare frutta e verdura "bella". Significherebbe incoraggiare la pratica di gettare via ciò che non è "perfetto" in termini di grandezza, colore e forma.
3) Considera che la maggior parte dei cibi può essere consumato anche dopo la scadenza. "Da consumarsi preferibilmente entro" non indica una data oltre la quale il cibo diventa tossico.
4) Utilizza quello che è già nel frigorifero prima di acquistarne o prepararne altro. Risparmierai tempo e soldi. E prendi l'abitudine di riutilizzare gli avanzi per preparare piatti gustosi.
5) Surgela i prodotti freschi e gli avanzi se pensi di con consumarli prima che vadano a male. I prodotti surgelati resistono molto a lungo. Vale anche per il take away.
6) Se mangi fuori casa, chiedi porzioni più piccole. Alcuni ristoranti mettono a disposizione mezze porzioni a prezzi ridotti.
7) Trasforma in compost gli avanzi. Riduce l'impatto del cibo sull'ambiente e rimette in circolo le sostanze nutritive.
8) Cucina seguendo l'ordine di acquisto. Tieni d'occhio la dispensa. Prima utilizza i prodotti che hai acquistato per primi e sistema gli alimenti acquistati per ultimi in fondo alla dispensa. Fai in modo di avere quelli più vecchi in evidenza.
9) Gli avanzi di carne di oggi sono il panino di domani. E il pane vecchio i crostini di dopodomani. Sii creativo/a! Al ristorante non vergognarti di chiedere di impacchettarti gli avanzi! E surgelali se pensi di non mangiarli subito.
10) Regala cibo non deperibile a banche locali del cibo.

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Giugno 2013 14:48
Chiudi