Stampa questa pagina
Martedì, 03 Novembre 2015 13:19

'Rifiuto la guerra': il 10 novembre, conferenza-concerto a Piazza d'Arti

di 

Martedì 10 novembre alle ore 18:00, presso la Casa del Teatro in Piazza d'Arti, si terrà la conferenza-concerto "Rifiuto la guerra".

"Nell'anno delle celebrazioni per il centenario - si legge nella nota degli organizzatori, A.N.P.I. L'Aquila, ANPPIA L'Aquila, ARCI L'Aquila, SPI-CGIL Lega Area Aquilana, IASRIC - Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell'Italia Contemporanea, Ass. L'AQUILA IN COMUNE - pensiamo sia importante guardare la Grande Guerra anche dal punto di vista di chi ha cercato di evitarla, sia attraverso atti individuali – come la renitenza, l’obiezione di coscienza o la diserzione -, sia collettivi – come gli ammutinamenti e le rivolte".

E' una storia poco conosciuta e nascosta, "come nascosti dalla propaganda dell'epoca furono le terribili condizioni dei giovani che vennero mandati a morire nelle trincee, gli episodi di fraternizzazione tra nemici, le rese di massa, le decimazioni e le esecuzioni 'pour l'exemple', il destino postbellico dei mutilati e degli 'scemi di guerra'". 

Il racconto di questi avvenimenti si intreccerà con le canzoni di protesta e di rivolta che i soldati di tutte le nazioni coinvolte intonarono come atto di dissenso contro il conflitto e con le immagini della faccia atroce della guerra, in contrasto con la rappresentazione eroica e l'esaltazione retorica con cui il tema della Grande Guerra – e della guerra in generale - viene affrontato ancora oggi.

Lo spettacolo nasce da un'idea di Piero Purini, storico e musicista triestino, che rende così un doveroso omaggio a chi soffrì e morì in quell’immenso mattatoio che fu la Grande guerra. Assieme a lui ci saranno sul palco Paolo Venier (voce), Riccardo Morpurgo (pianoforte) e Olivia Scarpa (fagotto).

L'ingresso allo spettacolo è gratuito. 

Articoli correlati (da tag)