Economia

Un piano di emergenza territoriale per programmare gli strumenti di intervento per facilitare la ripresa dopo il lockdown. A proporlo è il segretario generale della Confsal L'Aquila, Fabio Frullo, che in una nota scrive: "La già fragile economia del nostro territorio stava lentamente mostrando segni di una pur lieve ripresa dopo dieci anni dal devastante sisma del 2009, ed ora un virus sconosciuto ha aperto una crisi senza precedenti, che inevitabilmente rappresenterà una sfida ancora più ardua, specie per legiovani…
"La riapertura delle attività produttive e industriali dell'Aquila e della provincia, nella cosiddetta Fase 2, presuppone interventi immediati di detassazione di tutte le imposte locali e di sostegno concretro alle imprese del territorio che, da sole, non hanno la forza economica e organizzativa per ripartire. Si rischia il tracollo e la perdita di migliaia di posti di lavoro". E' la richiesta avanzata dal delegato regionale alla ricostruzione di Confindustria Abruzzo, Ezio Rainaldi, nel corso della prima delle due video conferenze…
"Cercasi urgentemente lavoratori per i campi". Per facilitare il reclutamento di lavoratori stagionali per il settore agricolo, Coldiretti ha varato la banca dati Jobincountry, autorizzata dal Ministero del Lavoro, con le aziende agricole che assumono. "E' corsa contro il tempo per salvare la produzione agricola abruzzese" si legge in una nota di Coldiretti Abruzzo "In campagna c'è bisogno di manodopera per provvedere alle lavorazioni del periodo e, tra qualche settimana, ce ne sarà ancora di più perché inizieranno le operazioni di…
A seguito delle ipotesi sinora trapelate sulle imminenti riaperture della 'fase 2', i ristoratori aquilani fanno fronte comune chiedendo un incontro con le autorità competenti e proponendo una piattaforma di interventi che, a loro parere, sarebbero necessari per dare respiro alle attività. "La grande difficoltà che i settori della ristorazione e della somministrazione in generale, bar, pub, pasticcerie stanno patendo a causa del Covid-19, e che soprattutto patiranno nel futuro prossimo, ha innescato, nel modo più naturale possibile, l'esigenza da…
Ammontano a 3.1 milioni le indennità di 600 euro previste dal decreto Cura Italia liquidate a oggi dlal'Inps. Ulteriori 250.000 hanno l’iban in via di correzione in corrispondenza con gli utenti e 500.000 sono in istruttoria. A fornire il dato è l'istituto previdenziale, che precisa: "E' stata rilasciata in procedura la possibilità di consultare la domanda e a breve sarà implementata con la possibilità di variare i dati inseriti all’atto della domanda".
Pagina 10 di 247
Chiudi