Stampa questa pagina
Sabato, 16 Novembre 2019 12:28

Regione, Paolucci: "Mai così in ritardo l'approvazione del Documento di Economia e Finanza"

di 

"La Giunta lenta che rallenta l'Abruzzo non riesce proprio a cambiare passo ed è ancora ferma al palo".

L'affondo è del capogruppo PD in Consiglio Regionale Silvio Paolucci, già assessore al Bilancio della giunta D'Alfonso, che denuncia la mancata approvazione del Documento di Economia e Finanza regionale (DEFR), un atto fondamentale, "in quanto principale strumento di programmazione della Regione - spiega - che contiene le linee sostanziali dell'azione di Governo, orienta le deliberazioni della Giunta Regionale e dell'Assemblea Legislativa e indica gli obiettivi della manovra di bilancio".

Di fatto, senza il DEFR non può partire la sessione di bilancio. "Mai in passato si era arrivati a metà novembre senza l'approvazione in Giunta di questo fondamentale documento, neanche nel periodo in cui siamo stati costretti a gestire il riallineamento contabile rispetto ai ritardi ereditati nelle legislature precedenti", chiarisce Paolucci. Che aggiunge: "Anche in situazioni di bilancio più complesse di oggi, il DEFR veniva approvato in Giunta tra i mesi di settembre e ottobre, per consentire peraltro al Consiglio delle Autonomie Locali di esprimere il loro obbligatorio parere. Un ritardo enorme, accumulato dalla Giunta lenta targata Marsilio che, con ogni probabilità, si tradurrà in una richiesta di comprimere le tempistiche da dedicare all'esame non solo di questo provvedimento, ma anche dell'intera manovra di bilancio 2020- 2022".

In sostanza, per colpa del ritardo incomprensibile con cui la Giunta sta predisponendo il principale atto di programmazione, visto che i documenti contabili sono sostanzialmente riallineati, il governo regionale è pronto a chiedere il contingentamento del confronto. "Non credo che le parti sociali siano state coinvolte nella predisposizione del documento, ma certamente tra qualche settimana ci verrà detto che non c'è spazio per discuterne. Con profondo rammarico, registriamo ancora una volta come questo Governo proprio non riesca ad occuparsi della normale attività istituzionale della Regione e dei problemi dei cittadini abruzzesi. Il nostro auspicio - conclude Paolucci - è che tra ordini e interessi di partito romani e caccia alle poltrone, il Presidente Marsilio riesca a trovare un po' di tempo anche per cominciare a predisporre qualche atto di programmazione e ad individuare, dopo quasi un anno, qualche scelta che contraddistingua l'azione di questa Giunta così lenta e sempre più presunta. Nel frattempo, ci tocca anche questo record negativo e inaspettato: mai il DEFR è arrivato così in ritardo".

Articoli correlati (da tag)