Stampa questa pagina
Domenica, 21 Marzo 2021 21:34

Dal RdC alla scuola: le misure per le famiglie previste dal Dl Sostegni

di 

Otto miliardi per il lavoro e il contrasto alla povertà, ma anche fondi per aiutare scuole e studenti.

Il Dl Sostegni prevede diverse misure a vantaggio delle famiglie in difficoltà anche se lo stesso Mario Draghi ha ammesso che si tratta soltanto di una "risposta parziale" che però è "il massimo che abbiamo potuto fare all'interno di questo stanziamento".

Tra le principali misure c’è il ri-finanziamento per 1 miliardo di euro del Reddito di cittadinanza, con la proroga dei navigator. Inoltre, previsti 1,52 miliardi di euro per il finanziamento di tre nuove mensilità del Reddito di emergenza alle famiglie.

Fino al 31 dicembre non serve aver lavorato 30 giorni nell'ultimo anno per ottenere la Naspi. Una tantum da 2.400 euro per lavoratori stagionali, del turismo, termali e dello spettacolo che hanno perso il posto. Per quelli dello sport, la cifra varia invece da 1.200 a 3.600 euro.

Prorogato fino a giugno il blocco dei licenziamenti, e fino a ottobre per le aziende che usano la cassa integrazione Covid, valida fino al 31 dicembre (massimo 28 settimane), per 3,3 miliardi.

In particolare, con cassa integrazione ordinaria si possono chiedere 13 settimane per Covid tra aprile e giugno, senza contributo addizionale. Le settimane passano a 28 per la cig in deroga e l'assegno ordinario fino al 31 dicembre 2021. Prorogata la cassa integrazione salariale per operai agricoli, per un massimo di 120 giorni, fino a fine anno.

Ci sono 1,5 miliardi per l'esonero dei contributi previdenziali dovuti da autonomi e professionisti. I contratti a tempo determinato possono essere rinnovati o prorogati senza causale fino al 31 dicembre.

A favore delle famiglie più in difficoltà sono cancellate le vecchie cartelle esattoriali fino a 5mila euro tra il 2000 e il 2010 per chi rientra in un tetto di reddito di 30mila euro. Non solo: rate e nuove cartelle esattoriali sospese fino al 30 aprile e una sanatoria ad hoc per le partite Iva in difficoltà.

Predisposto un fondo per i lavoratori fragili nel settore pubblico e privato. Rinnovo dell'equiparazione del periodo di assenza dal servizio al ricovero ospedaliero per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in condizione di fragilità fino al 30 giugno.

35 milioni saranno destinati a colmare il digital divide nelle regioni del Sud così da consentire un corretto svolgimento della Dad. Serviranno per l'acquisto di dispositivi e strumenti digitali individuali e ad assicurare una connettività di dati illimitata, da concedere in comodato d'uso. Il provvedimento è destinato agli studenti meno abbienti di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Sempre per gli studenti, arrivano i fondi - 150 milioni - per le attività laboratoriali, ricreative, di consolidamento degli apprendimenti e per il recupero della socialità da svolgere nelle scuole al termine delle lezioni, all'interno del cosiddetto Piano estate. Finanziamento che prevede anche l’acquisto di prodotti per l'igiene, per l'assistenza pedagogica e psicologica degli studenti e degli insegnanti.

Sostegni anche per i lavoratori autonomi e le imprese: riceveranno aiuti dai 1.000 euro per le persone fisiche ai 3.000 euro per le partite Iva, fino a un massimo di 150mila euro per le attività (anche artigiane) con 5 fasce percentuali in base al reddito.

Articoli correlati (da tag)