Martedì, 06 Settembre 2016 11:31

La cupola provvisoria rimossa dalle 'Anime Sante'

di 
La cupola provvisoria rimossa dalle 'Anime Sante' foto Santucci

E' stata appena sollevata e rimossa la cupola provvisoria posta poco dopo il sisma sulla chiesa di Santa Maria del Suffragio, popolarmente nota come "Anime Sante".

Segno che i lavori stanno andando avanti e che presto la struttura avvolta dai ponteggi tornerà ad essere visibile.

La chiesa diventò uno dei simboli della devastazione del terremoto sui beni artistici e fu messa in sicurezza con un intervento spettacolare dei Vigili del Fuoco che installarono tra l'altro la cupola oggi rimossa. "Anime Sante" tornò anche parzialmente agibile nel 2010, per poi essere cantierizzata per i lavori di riqualificazione nel 2013.

Fa parte infatti delle opere d'arte adottate dai vari Paesi dopo il sisma. E' la Francia che se ne sta occupando, finanziando l'intevendo per 6,5milioni di euro, circa la metà dell'importo complessivo. 

I lavori sono stati vinti da un'associazione temporanea di imprese (Ati), costituita da Italiana Costruzioni (capofila) e dalla ditta Fratelli Navarra (mandante). La fine dei lavori era prevista per il febraio 2016 ma la difficoltà dell'intervento ha portato a dei ritardi. Ad agosto però le campane sono tornate già a suonare.

Nelle foto in basso la cupola posta dopo il sisma (1) e la chiesa danneggiata prima della messa in sicurezza temporanea (2).

cupola b

cupola metti

E' stata appena sollevata e rimossa la cupola provvisoria posta poco dopo il sisma sulla chiesa di Santa Maria del Suffragio, popolarmente nota come "Anime Sante".

Segno che i lavori stanno andando avanti e che presto la struttura avvolta dai ponteggi tornerà ad essere visibile.

La chiesa diventò uno dei simboli della devastazione del terremoto sui beni artistici e fu messa in sicurezza con un intervento spettacolare dei Vigili del Fuoco che installarono tra l'altro la cupola oggi rimossa. "Anime Sante" tornò anche parzialmente agibile nel 2010, per poi essere cantierizzata per i lavori di riqualificazione nel 2013.

Fa parte infatti delle opere d'arte adottate dai vari Paesi dopo il sisma. E' la Francia che se ne sta occupando, finanziando l'intevendo per 6,5milioni di euro, circa la metà dell'importo complessivo. 

I lavori sono stati vinti da un'associazione temporanea di imprese (Ati), costituita da Italiana Costruzioni (capofila) e dalla ditta Fratelli Navarra (mandante). La fine dei lavori era prevista per il febraio 2016 ma la difficoltà dell'intervento ha portato a dei ritardi. Ad agosto però le campane sono tornate già a suonare.

Nelle foto in basso la cupola posta dopo il sisma (1) e la chiesa danneggiata prima della messa in sicurezza temporanea (2).

cupola b

cupola metti

Ultima modifica il Martedì, 06 Settembre 2016 12:24
Chiudi