Interviste

Per i pochi che non li dovessero conoscere, sono bocconcini di castrato uniti da uno stecco di legno, cotti sulla brace ardente e innaffiati da vino rosso. Parliamo degli arrosticini, tipicità della gastronomia abruzzese. In Abruzzo le arrostate sono un vero e proprio rito: ci si riunisce in campagna o semplicemente nel giardino di casa, intorno a un focolare o a una fornacella, ci si arma di buona volontà e - rassegnati dal fatto che ci si 'affumicherà' - si…
Armati di macchina fotografica, taccuino e telecamera, girano tutto l'Abruzzo dedicandosi alla riscoperta di luoghi abbandonati o semi dimenticati, chiese di campagna o montagna, luoghi di culto, piccoli paesi devastati dall'emigrazione o dalle calamità naturali. Si potrebbero definire gli Indiana Jones contemporanei, ma il loro nome è più dark e molto meno conosciuto: sono i Gotico Abruzzese. Il gruppo è costituito ufficialmente da cinque persone, dai fondatori, Antonio che si occupa di scrittura e sceneggiatura, e da Paolo, videomaker, poi…
"La più grande opera mai realizzata in Abruzzo da una stazione appaltante locale". Parliamo dei nuovi sottoservizi nel centro storico (e zone limitrofe) dell'Aquila. Infatti, se le autostrade furono costruite dal ministero dei Trasporti e l'Ospedale "San Salvatore" dalla Regione Abruzzo, i tunnel sotterranei che ospiteranno acquedotto, fognature, reti elettriche e telefoniche del capoluogo abruzzese, portano la firma della Gran Sasso Acqua Spa (Gsa), municipalizzata del Comune dell'Aquila. A presiederla è Americo Di Benedetto. Classe 1968, commercialista originario della Valle…
  La Perdonanza Celestiniana sarà inserita, nel 2015, nell'elenco Unesco dei patrimoni orali e immateriali dell'umanità. A distanza di un anno dall'annuncio (la notizia fu data nell'agosto 2013), il prossimo 4 luglio si terrà all'Aquila (Palazzetto dei Nobili, ore 17:30) un convegno nel quale si esamineranno, nel dettaglio, le varie fasi che hanno portato all'iscrizione del giubileo celestiniano nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale e gli effetti positivi - in termini di ricadute economiche, marketing territoriale e turismo -…
Tra i tanti cambiamenti che il terremoto ha portato con sé nel tessuto sociale ed economico del cratere, la presenza di cittadini stranieri passa spesso in secondo piano. Eppure sono 22.500 in provincia, 5.500 vivono nella città dell’Aquila: si tratta del 6,8% del tessuto anagrafico. Sono molte le esigenze: ad esempio, non c'è un cimitero che permetta ai tanti musulmani di salutare i propri cari. Il consigliere straniero del Comune dell'Aquila con delega all'integrazione, Gamal Bouchaib, ha recentemente presentato una…
Chiudi