News

Il Paganica Rugby torna con zero punti e tanti rimpianti dalla trasferta con la Reno Bologna. Al "Barca" finisce 42-27 per la capolista, con i rossoneri che chiudono il primo tempo a -1 ma crollano nella ripresa. Oggi si giocheranno le altre partite del girone salvezza di Serie B. Importante sarà il risultato sul campo di Viterbo, dove i locali affronteranno l'Arezzo, tentando di vincere e sorpassare proprio il Paganica. I rossoneri sono attualmente terzultimi con 14 punti, tre lunghezze…
Ci si avvicina alla tre giorni più affollata della storia recente della città. Neanche in occasione del G8 del 2009, infatti, è stata presente all'Aquila e dintorni una così imponente quantità di persone come quella prevista per l'88esima Adunata Nazionale degli Alpini, in programma dal 15 al 17 maggio prossimi. Circa 20mila alpini, che in queste settimane si sono accreditati presso l'organizzazione, troveranno spazio negli spazi allestiti in città, nei 13 campi tenda attrezzati e nelle 8 aree camper predisposte…
Buona la prova dell'Aquila Rugby Club nel penultimo turno del campionato di Eccellenza. I neroverdi, tuttavia, cedono a San Donà 35-19 (5-0) e non riescono ad acciuffare neanche un punto. Parte subito forte il San Donà, in cerca dei cinque punti per continuare a sognare i play off. Dopo dieci minuti è la prima linea Giovanchelli a marcare in meta, mentre al 17' il tre quarti Bona, con un'azione in velocità, sfrutta un varco e porta i suoi sul 14…
I finanzieri del comando provinciale dell’Aquila hanno sequestrato beni per un valore di 1,8 milioni di euro riconducibili Alfonso Di Tella, imprenditore di origine casertana da anni residente nel capoluogo abruzzese. Il sequestro fa seguito all’inchiesta Dirty Job, scattata a giugno 2014, su presunte infiltrazioni, nella ricostruzione aquilana, di imprese edili aventi legami con il clan camorristico dei Casalesi. Nell'inchiesta erano finiti gli imprenditori Alfonso, Cipriano e Domenico Di Tella, tutti e tre di origini casertane; i fratelli Dino e…
Nel 70° anniversario della Liberazione, è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a ricordarci cosa furono la Resistenza e la guerra partigiana: “Prima che fatto politico” scrive il Capo dello Stato in un messaggio inviato alla rivista MicroMega in occasione della pubblicazione di un numero monografico dedicato al 25 aprile “la Resistenza fu soprattutto rivolta morale. Questo sentimento, tramandato di padre in figlio, costituisce un patrimonio che deve permanere nella memoria collettiva del Paese”. Nella sua rievocazione, Mattarella parla anche…
Chiudi