News

A fuoco il parco dell'Infanzia in via Tavo a Pescara. Le fiamme si sono divampate in una parte della struttura coperta, ai margini del quartiere Rancitelli, ieri pomeriggio. Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco ha evitato che le fiamme si allargassero. A darne notizia è Il Centro. I locali, semiabbandonati e ghettizzati (sono frequentati spesso da tossicodipendenti), sono oggetto di un progetto di riqualificazione del Comune di Pescara e Caritas, con la collaborazione di Libera contro le mafie. Con…
Un terremoto di magnitudo 2.9 è stato registrato nell'aquilano, alle ore 10:11. Il sisma, localizzato dalla Sala sismica INGV-Roma, ha avuto come epicentro la zona tra Barete e Montereale, ad una profondità di 11 km.  Non si registrano danni.    
Cala il sipario sulla XXVII edizione dei Giochi Nazionali Invernali di sport invernali, l’evento d’apertura delle attività di Special Olympics Italia per il 2016. 460 Atleti con e senza disabilità intellettiva hanno gareggiato nelle discipline di sci alpino, snowboard, sci nordico e corsa con le racchette da neve. La delegazione aquilana era una delle più numerose con 12 atleti, 8 partners, 2 tecnici e 11 familiari, e ritorna a casa con al collo moltissime medaglie: 11 ori, 21 argenti ed…
Non vinceva fuori dal Fattori dalla seconda di campionato ad Arezzo. Poi oggi, contro il quotato quanto giovane Pontedera, la truppa di Perrone ha ritrovato nuovamente la vittoria con i gol di Ceccarelli e di Sandomenico. Una vittoria importante e sentita: prima di tutto perché esattamante 22 anni fa (30gennaio del 1994), Nicola Mezzacappa, giovane tifoso rossoblù di 24 anni, perse la vita in un incidente stradale nei pressi di Firenze proprio mentre si stava recando a vedere i rossoblù…
Alcuni giovanissimi studenti aquilani, compagni di classe, a servizio della mobilità cittadina. Si chiama Aq MiMuovo, è un'applicazione per smartphone ed è stata appena lanciata da quattro alunni dell'Istituto industriale "Amedeo d'Aosta" dell'Aquila. Giorgio Innamorati, Alessio Albani, Riccardo Lepidi e Matteo Leoncini hanno solo 17 anni e frequentano il quarto anno delle scuole superiori. Si sono cimentati nello sviluppo delle nuove tecnologie dei telefoni smartphone - non nuove però per chi come loro è definito appartenente alla cosiddetta generazione digitale…
Chiudi