Politica

Si chiamerebbe TUA, acronimo di Trasporto Unico Abruzzese, il nuovo brand della società dei trasporti regionale, che dovrebbe unificare le maggiori compagini attualmente presenti in Abruzzo: Arpa, Sangritana e Gtm. A darne notizia è Il Centro. A presentare il nome del nuovo soggetto è stato ieri il presidente della regione Luciano D'Alfonso. Nel corso dell'incontro, il governatore ha simbolicamente abbattuto un pannello - "il muro tra Gtm e Arpa" - sul quale vi era scritto "Abbattiamo le divisioni - Trasporto…
"Sono risultati davvero significativi e ragguardevoli, motivo di soddisfazione per una maggioranza che si presenta così coesa, quelli registrati dal centrosinistra in Regione Abruzzo nei primi sei mesi di legislatura". Ne hanno parlato - sabato scorso, 27 dicembre - l'assessore Silvio Paolucci, il sottosegretario Camillo D'Alessandro, Sandro Mariani, capogruppo Pd, il suo vice Alberto Balducci, Lucrezio Paolini, vice presidente del Consiglio, Alessio Monaco, consigliere di Regione Facile, e Luciano Monticelli, consigliere del Pd. "Di solito - ha detto D'Alessandro - in…
Ci hanno provato anche quest'anno. La Strada dei Parchi Spa, società facente capo all'imprenditore abruzzese Carlo Toto, gestisce da anni le due autostrade abruzzesi, e da anni annuncia rincari ai pedaggi superiori all'adeguamento dell'inflazione e alla media nazionale. L'aveva già fatto l'anno scorso, aumentando le tariffe di oltre l'8% (il doppio della media nazionale) e ci ha riprovato quest'anno, annunciando un aumento del 9%, a conferma del fatto che le autostrade A24 e A25 sono in assoluto tra le più…
L'istituzione di un tavolo regionale che avvii un confronto con il Governo Renzi sui modi e i tempi di attuazione della legge Delrio che riforma le province italiane. E' quanto hanno ottenuto i lavoratori delle quattro province abruzzesi e i sindacati confederali che questa mattina hanno manifestato fuori la sede del consiglio regionale per protestare contro la tanto discussa riforma, che dovrebbe entrare in vigore il prossimo anno. Una riforma che fa diventare le province enti di secondo livello con…
  "Nessun dipendente delle Province perderà il posto di lavoro né tantomeno si vedrà ridotta la retribuzione". Lo ha dichiarato il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Maria Carmela Lanzetta, sottolineando che "il Governo ha voluto nella Legge di Stabilità una norma speciale che aumentasse le garanzie a difesa dei lavoratori delle Province, rinviando più avanti nel tempo i processi di mobilità ordinari". Nella Stabilità, ha affermato il ministro, "si prevede un processo che durerà fino all'aprile del…
Chiudi