Politica

Alle 18:30 del 28 maggio 2013, a più di quattro anni dal terremoto, il Consiglio regionale è finalmente intervenuto per tentare di offrire una qualche soluzione all’impasse della ricostruzione. Con la sola astensione del consigliere Maurizio Acerbo di Rifondazione Comunista, l’assise ha approvato una risoluzione che ha per oggetto la “definizione della legislazione e del ruolo della Regione Abruzzo nella ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009”. Una risoluzione che nasce dai lavori dei consiglieri di centro…
Una proposta bipartisan che potrebbe rivelarsi "l’uovo di Colombo" della ricostruzione aquilana   L’idea è stata illustrata dai due vice presidenti del consiglio regionale, Giorgio De Matteis e Giovanni D’Amico, l’uno espressione della maggioranza, l’altro dell’opposizione. La proposta consiste nell’attivazione di un prestito all’interno del mutuo da sei miliardi di euro acceso presso la Cassa depositi e prestiti per la ricostruzione dei paesi dell’Emilia Romagna colpiti dal terremoto lo scorso anno. Il mutuo, istituito con il decreto 95 del 2012, prevede…
La questione è complessa e riguarda migliaia di cittadini. In mattinata, i consiglieri di minoranza Enrico Verini, Angelo Mancini ed Emanuele Imprudente hanno presentato un mozione per permettere alle famiglie assegnatarie di progetti C.A.S.E o M.A.P, e che prima del terremoto vivevano in affitto, di restare nei moduli abitativi se, al ripristino dell’abitazione in cui erano domiciliati, i proprietari della stessa non abbiano offerto loro lo stesso immobile allo stesso prezzo d’affitto. Pagando un mensile concordato al Comune, naturalmente. Una…
La notizia ha fatto molto rumore. Alcuni quotidiani, in edicola ieri, hanno ventilato la possibilità di avvicinamenti e riposizionamenti tra i banchi del Consiglio comunale dell’Aquila. In effetti, alla luce del delicato momento che sta vivendo la città, da più parti arrivano inviti alla coesione e all’unità. Con i giovani - almeno quelli in seno al consiglio comunale e provinciale, alle associazioni di categoria e ai partiti – che hanno già cominciato a muoversi. E, sullo sfondo, le elezioni regionali.…
Che fossero elezioni importanti dal punto di vista politico, si era detto da giorni. Nessuno si attendeva, però, che le amministrative 2013 segnassero un flop tanto clamoroso del Movimento 5 Stelle e la vittoria del bipolarismo, sospeso sul piano nazionale con l'esecutivo di larghe intese, e che rinasce invece a livello locale. Anche se, a dire il vero, a vincere è stato l’astensionismo: ha votato il 62,38% degli aventi diritto, quindici punti in meno rispetto alle passate amministrative. Il centrosinistra…
Chiudi