Politica

Arriverà al voto del Consiglio comunale, nelle prossime settimane, la delibera numero 431 approvata dalla Giunta il 20 settembre scorso che prevede l'abbattimento e la ricostruzione dell'Istituto delle suore della Dottrina Cristiana con un aumento di cubatura di quasi il 50%. Un gran bel regalo, non c'è che dire. Le motivazioni? Assai deboli, in realtà. La delibera ha per oggetto il "permesso di costruire in deroga all'articolo 45 delle 'Norme tecniche di attuzione' del Piano regolatore generale del 1979, per il…
A breve la Regione potrà contare su un nuovo canale di informazione: un periodico cartaceo che verrà distribuito in tutte le edicole abruzzesi al costo di 0,30 cent. La testata “Regione Flash Abruzzo”, decisa con determina di giunta, si aggiunge al già esistente portale online (con lo stesso nome) che garantisce quotidianamente l’informazione istituzionale e al poderoso ufficio stampa dell'ente.  A questo scopo il governo regionale ha stanziato fondi pubblici: 120.000 euro per dieci numeri quindicinali di 8 pagine, da…
Venerdì 11 ottobre alle ore 18 è indetta presso la sede di Appello per L'Aquila in via Monte Sirente, 1 (ex Poste di Valle Pretara) un'assemblea pubblica sulla proposta di Delibera per la normazione delle cosiddette "aree bianche" del P.R.G., che verrà a breve discussa in Consiglio Comunale. Si invitano tutte le cittadine e i cittadini a partecipare al dibattito.
"Un incontro positivo seppur interlocutorio". L'assessore alla ricostruzione Pietro Di Stefano ha raccontato così, a NewsTown, gli esiti della riunione conclusa intorno alle 18:30 con il vice ministro dell'Economia, Stefano Fassina. Presenti all'appuntamento anche il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, e il sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Giovanni Legnini. "Non c'è alcuna ostilità", ha sottolineato, "nessuna chiusura. Si ragiona su molte possibilità che valuteremo a breve. Già nei prossimi giorni è stata fissato un nuovo incontro per capire quali…
"Il dirigente della Asl, Giancarlo Silveri, mi ha comunicato che potrebbe ridiscutere della chiusura della unità complessa di Medicina Ospedaliera a due condizioni: il Consiglio comunale potrebbe affermare che la chiusura del reparto induce un evidente riduzione dei livelli di assistenza sanitaria o, come ho ripetuto in assise, potrebbe assumersi la responsabilità di decidere e proporre quale altra unità operativa complessa retrocedere e, forse, la chiusura di almeno due unità operative semplici. Non è possibile, infatti, ottenere altre unità operative…
Chiudi