Stampa questa pagina
Lunedì, 21 Ottobre 2013 11:21

Ricostruzione, consiglieri di centrodestra: "Mercoledi saremo a Roma con Chiodi"

di 

"Il modo attraverso il quale si stanno gestendo i rapporti con il Governo nazionale non ci piacciono e non siamo piu disposti a lasciare carta bianca a Cialente. Siamo stati costretti, dopo la fine dell'emergenza, a credere a tutto ciò che il Sindaco ha riportato sui quotidiani e su Facebook circa le sue personali interlocuzioni con ministri e funzionari del Governo. Siamo stati costretti a inseguire, per spirito di responsabilità, l'amministrazione comunale sulle schizofreniche dichiarazioni di soddisfazione o di sconforto circa la presenza o assenza di fondi per la ricostruzione. Abbiamo fatto aperture di credito al Sindaco con il patto, mai rispettato, di una maggiore partecipazione nelle scelte, di un maggiore coinvolgimento nelle strategie, di una maggiore condivisione di momenti e interlocuzioni. Di tutta risposta abbiamo constatato la richiesta di partecipazione avanzata dal Sindaco nei nostri confronti solo a pochi giorni dalla fine del tempo utile per la presentazione degli emendamenti alla Legge di Stabilità".

A scriverlo, in una nota diffusa stamane, i consiglieri comunali della opposizione di centrodestra Guido Quintino Liris, Luigi D'Eramo, Alessandro Piccinini, Daniele Ferella, Raffaele Daniele ed Emanuele Imprudente che, mercoledi, accompagnati dal presidente della Regione Gianni Chiodi saranno a Roma per incontrare i Parlamentari eletti in Abruzzo. "Abbiamo verificato come il Sindaco continui ad isolarsi, (eclatante quanto inopportuna la decisione di non coinvolgere né l'Amministrazione Provinciale né il Governo Regionale); abbiamo, purtroppo, raccolto gli scarsi risultati di una strategia fallimentare messa in campo dalla attuale amministrazione comunale", scrivono nella nota congiunta.

"Per questo, mercoledì insieme con il Presidente Chiodi saremo a Roma per incontrare i Parlamentari eletti in Abruzzo e, a seguire, parleremo dei problemi della ricostruzione con una rappresentanza del Governo. Annunciamo, inoltre, che le nostre proposte riguarderanno senz'altro il Comune dell'Aquila, ma faremo presenti anche i problemi di tutto il territorio del Cratere. Verranno con noi anche esponenti dell'Amministrazione Provinciale e Regionale nonché Sindaci del Cratere.''

Poi, l'affondo: "Cureremo i rapporti con Roma supplendo alle mancanze del Sindaco e dell'amministrazione tutta. Inizia un nuovo percorso e una nuova interlocuzione con il livello nazionale e con il livello locale".

Articoli correlati (da tag)