Stampa questa pagina
Sabato, 21 Ottobre 2017 22:55

Congressi Pd, ai 'renziani' i circoli: Albano verso la riconferma a segretario

di 

"Una candidatura condivisa", nel circolo L'Aquila centro "ma anche negli altri tre dell'Unione comunale. E' stato fatto un ottimo lavoro di sintesi, sia pure nelle diversità di opinioni". 

Parole di Maurizio Capri, già assessore ai Lavori pubblici nell'ultima Giunta Cialente, eletto segretario del circolo 'più pesante' del Partito Democratico; parole che 'certificano' l'accordo raggiunto tra le diverse anime dei dem che avevamo anticipato stamane. "Si tratta di un segnale importante per il rilancio dell'azione di opposizione in Consiglio comunale. Essendo la mia elezione risultato di unitarietà, mi aspetto un supporto e sono sicuro che ci sarà", ha sottolineato Capri. Che ha aggiunto: "Auspico nella prospettiva del Congresso dell'Unione comunale che si possa arrivare allo stesso metodo di sintesi, come del resto sta già accadendo con il Congresso provinciale".

In altre parole, si andrà alla convergenza su Stefano Albano come segretario dell'Unione comunale, col sostegno - tra gli altri - di Giovanni Lolli, Pierpaolo Pietrucci e i giovani democratici. Con l'elezione di Capri infatti, che va ad aggiungersi alla scelta di Quirino Crosta a Sassa e, con ogni probabilità, di Alì Salem a Paganica, alla corrente 'renziana' sono andati i circoli cittadini, col segretario dell'Unione uscente invece, orlandiano, esponente dell'anima più a sinistra del partito, riconfermato anche per evitare ulteriori spaccature in vista delle politiche e delle regionali. Fa eccezione Arischia, con la rielezione di Loreto Colageo, anche lui orlandiano, tra gli animatori dell'associazione 'Globuli Rossi' voluta dall'ex presidente del Consiglio comunale Carlo Benedetti: d'altra parte, la sezione conta soltanto 7 tesserati e resta un presidio sul territorio più che un circolo vero e proprio.

In un primo momento, la corrente renziana sembrava volersi ritrovare proprio sulla candidatura di Capri, come sfidante del segretario cittadino uscente: se l'ex assessore raccoglieva il favore dei dem vicini ad Americo Di Benedetto, però, la senatrice Stefania Pezzopane - e con lei altri esponenti di primo piano della corrente - non erano affatto convinti di andare allo scontro, e di andarci con Capri; Pezzopane, in particolare, voleva evitare altre frizioni in seno al Partito in un momento così delicato, con le scorie della sconfitta alle amministrative nient'affatto smaltite e con le politiche alle porte. 

Così, si è trovato un accordo che non scontenta nessuno, con i renziani nei circoli e Capri segretario de L'Aquila centro, la sezione più 'pesante', e oon gli orlandiani alla segreteria cittadina, dove hanno un peso specifico rilevante. In realtà, sarebbe meglio dire che l'accordo non scontenta quasi nessuno.

L'ex sindaco Massimo Cialente infatti, che ha annunciato la candidatura alla segreteria dell'unione dei circoli a metà settembre con un'intervista rilasciata a news-town e al messaggero, è furente. "Sono rimasto davvero colpito dalla modalità di convocazione dei circoli, arrivata soltanto venerdì, a meno di 48 ore dai congressi. Persino una riunione di condominio richiede la convocazione almeno una settimana prima", le parole del sindaco uscente. "Sono davvero curioso di scoprire chi si candiderà, di capire come abbiano fatto, i candidati, a raccogliere le firme di almeno il 30% degli iscritti ai circoli con una sola giornata a disposizione, un sabato per di più", aveva dichiarato sabato sera ai nostri microfoni.

Cialente aveva capito che si era trovato l'accordo per la candidatura unitaria di Albano a segretario cittadino: "L'hanno deciso le solite 4 persone", la stoccata; "te lo puoi permettere con la Nutella, con la Ferrari, società che vanno benissimo, non con un Partito che esce da batoste elettorali pesantissime a L'Aquila e in provincia. E' di una gravità incredibile. Non so come gli iscritti prenderanno certi accordi correntizi". Dunque, l'affondo: "Mi auguro che il congresso dell'unione comunale sia una questione seria, serissima, almeno come una riunione di condominio, che si abbia la possibilità di discutere: non ho ancora sentito una motivazione credibile sulla sconfitta elettorale di giugno. Non se ne parla, come se non fosse accaduto nulla".

"Se si è deciso che politica è finita - ha aggiunto Cialente - che si può andare avanti a colpi di accordi, non so davvero come potremo affrontare i prossimi appuntamenti elettorali. In un momento in cui abbiamo a che fare con partiti persona, uno - il Movimento 5 Stelle - gestito da una società privata, con contratti e accordi stringenti, l'altro - Forza Italia - di proprietà di Silvio Berlusconi, servirebbe piuttosto restituire rinnovata forza alla forma partito del PD; al contrario, mi sembra che non si voglia proprio alzare l'asticella".

 

 

Circolo Pd di Sassa: Crosta segretario

Quirino Crosta, 35 anni, è il nuovo segretario del circolo PD di Sassa; è stato eletto sabato sera, avrà le deleghe all'urbanistica, all'ambiente, alla viabilità ed ai rapporti con le amministrazioni. Con l'elezione del nuovo segretario, la segreteria del circolo di Sassa sarà così composta: Elisa Corsi, 27 anni, vice segretaria, coordinatrice della segreteria con deleghe al bilancio, all'economia territoriale e alle partecipate; Daniele Fontana, 22, organizzazione e deleghe allo sport, al sociale e alle politiche giovanili; Valentina Di Paolo, 28 anni, con deleghe alle pari opportunità e ai diritti civili; Marco Fontana, 23 anni, delegato alla cultura, al turismo e ai rapporti con le associazioni; Luigi Scarsella, 65, lavoro e sviluppo economico.

La direzione sarà composta da Carmine Flati, Giancarlo Fontana, Maria Scarsella, Tancredo Crosta, Luciano Barberis, Giuliano Albani, Francesca Crosta, Enrica Centi: "ciascuno di loro - spiega il segretario - curerà un progetto caro alla comunità e alla salute. Abbiamo deciso di ricominciare dalla ricostruzione sociale, dalle politiche per l'integrazione e dal recupero del degrado urbano", aggiunge Crosta; "il programma del circolo l'abbiamo articolato in convegni, iniziative operative quali giornate ecologiche, cineforum e laboratori di autocostruzione per spazi pubblici, progetto strutturati sul territorio. Per ogni iniziativa coinvolgeremo tutti i cittadini, non solo le tessere che per noi restano piuttosto complementari. Insomma, il dialogo sarà sempre aperto e costante con tutti gli amici e compagni che nella nostra circoscrizione fanno militanza politica anche nelle altre compagini di sinistra", assicura il segretario appena eletto.

 

Circolo Pd di Arischia: riconfermato Colageo

Ad Arischia è stato confermato l'uscente Loreto Colageo, 39 anni; vice segretario sarà Giuseppe Colageo.

"È stato un dibattito ampio e stimolante - ha dichiarato il segretario - abbiamo esaminato le criticità e le necessità di una frazione che ha più che mai bisogno di politica, proposte, partecipazione. Riteniamo fondamentale la collaborazione con il Pd cittadino per la ricostruzione della comunità del partito".

 

Circolo di Tornimparte sceglie Spagnoli, a Barisciano vince Bernardi

Il circolo di Tornimparte ha scelto Giuseppe Spagnoli. 

"L’impegno del Partito Democratico di Tornimparte sarà sul territorio. Lavoreremo per il rafforzamento della coalizione di centrosinistra in Comune e daremo tutto il nostro contributo per la città territorio anche nell’ambito del partito. In questo senso sarà fondamentale la collaborazione con il Pd aquilano e con il segretario Stefano Albano”, ha dichiarato Spagnoli. All’assemblea era presente anche il sindaco Giacomo Carnicelli.

A Barisciano, invece, si è imposto Daniele Bernardi.

Ultima modifica il Domenica, 22 Ottobre 2017 23:16

Articoli correlati (da tag)