Domenica, 31 Dicembre 2017 11:33

A24, via i cartelloni pubblicitari su S. Pietro della Ienca. De Santis: "Brutta notizia per L'Aquila"

di 
Lelio De Santis Lelio De Santis

Il comune dell'Aquila ha deciso di non rinnovare la convenzione con la società "Admoving" dell'Anas con la quale, tre anni fa, erano stati installati, sulla A24, in prossimità del traforo del Gran Sasso, due cartellioni pubblicitari su S. Pietro della Ienca, dove si trova il santuario di Giovanni Paolo II.

La convenzione era stata stipulata dalla precedente giunta ma il nuovo assessore alla Cultura Sabrina Di Cosimo, in consiglio comunale, ha comunicato, rispondendo a un'interrogazione del consigliere Lelio De Santis (Cambiare insieme/Italia dei Valori), che non sarà prorogata.

"Non è una bella notizia per la città dell'Aquila" commenta De Santis, che in una nota scrive:

"Giusto 22 anni fa, il 29 dicembre del 1995, l'allora Papa Giovanni II, in gita sul Gran Sasso come era solito, si era raccolto in preghiera nella Chiesa di S.Pietro della Ienca, quando fu notato e subito dopo la notizia riempì le pagine dei giornali".

"Da quel giorno, quella Chiesetta divenne meta di visitatori e di fedeli e, successivamente, per merito dell'Associazione culturale a lui intitolata, divenne il Primo Santuario al mondo dedicato a San Giovanni Paolo II".

"Nel 2013 per iniziativa della Giunta comunale, furono apposti sull'A24 nei pressi dell'uscita di Assergi 2 Cartelli turistici, con l'immagine del santo e della montagna del Gran Sasso, allo scopo di far conoscere alle migliaia di viaggiatori l'esistenza di un sito religioso così importante".

"Anche per la presenza di questo piccolo segnale turistico, il numero di visitatori e di turisti nel corso degli anni è molto cresciuta".

"Ora, in un momento così difficile per lo sviluppo della montagna aquilana, con gli impianti sciistici fermi e con l'assenza totale di iniziative e di eventi di richiamo turistico, l'Amministrazione comunale in carica, ma anche quella precedente dell'ultimo semestre, decide di eliminare quel poco di positivo e di attrattivo che c'è e si rifiuta di rinnovare la convenzione con la Società "Admoving" dell'Anas, scaduta il 24 gennaio 2017, che ha installato i 2 Cartelli turistici!".

"La splendida ed esperta Assessora, Di Cosimo, con piglio e fermezza ha detto di No, rispondendo ad una mia precisa interrogazione, perché il costo è ritenuto eccessivo e perché la cartellonistica turistica è ritenuta uno strumento superato!".

"Bene. Ma in attesa di migliori, più economici e più efficaci strumenti di promozione turistica, eliminiamo anche la splendida, questa sì, immagine del Papa dei giovani e della pace, e riduciamo l'attrattività di un luogo e di un Santuario, che dovrebbero essere parte di un progetto complessivo e strategico di sviluppo turistico del Gran Sasso".

"Certamente, non è una bella notizia per la Città dell'Aquila".

Articoli correlati (da tag)

Chiudi