Sabato, 07 Dicembre 2013 19:35

Metropolitana e puntellamenti, duro attacco di ApL al dirigente Mario Di Gregorio

di 
L'ing. Mario Di Gregorio, dirigente del Comune dell'Aquila L'ing. Mario Di Gregorio, dirigente del Comune dell'Aquila

"Accade di tutto in Comune. Accade, per esempio, che il dirigente che si sta occupando di chiudere la vicenda della metropolitana, con probabile esborso milionario da parte Comune, sia lo stesso che è stato condannato a suo tempo per turbativa d'asta per l'appalto della stessa metropolitana", inizia così l'attacco ai dirigenti comunali del movimento civico Appello per L'Aquila. Il gruppo, che esprime un consigliere comunale (Ettore Di Cesare), in una nota attacca il dirigente a incarico del settore ricostruzione pubblica e patrimonio del Comune dell'Aquila, Mario Di Gregorio. Non è la prima volta che ApL esprime pubblicamente la propria insofferenza verso i vertici amministrativi dell'apparato comunale, attaccando indirettamente anche la giunta.

Due gli episodi che hanno scatenato la reazione di Appello per L'Aquila: la vicenda della metropolitana di superficie e i puntellamenti post-sisma. Secondo ApL, infatti, è incredibile che a occuparsi di ogni faccenda che preveda "bandi di gara milionari" siano sempre le stesse persone: "Un'Amministrazione corretta dovrebbe lavorare sempre per prevenire possibili conflitti di interesse", dichiara il gruppo consiliare.

La nota integrale di Appello per L'Aquila

Accade di tutto in Comune.

Accade, per esempio, che il dirigente che si sta occupando di chiudere la vicenda della metropolitana, con probabile esborso milionario da parte Comune, sia lo stesso che è stato condannato a suo tempo per turbativa d'asta per l'appalto della stessa metropolitana.

Dovrebbe essere scontato che prudenza e decenza vorrebbero che l'ing. Di Gregorio non si occupasse mai più della metropolitana, ci sembra addirittura incredibile doverlo anche far notare.
Anche riguardo al bando di gara milionario sulla rimozione dei puntellamenti, è mai possibile che sia gestito dallo stesso Di Gregorio che a suo tempo si occupò dell'affidamento dei lavori sui puntellamenti con procedure di urgenza ad affidamento diretto?

E' giunta l'ora di applicare la rotazione delle mansioni dei dirigenti prevista dal Piano anticorruzione per evitare che i grossi appalti siano gestiti sempre dalle stesse persone. Un'Amministrazione corretta dovrebbe lavorare sempre per prevenire possibili conflitti di interesse e per essere al di sopra di ogni sospetto.

In futuro nessuno potrà dire di non aver saputo, si proceda immediatamente a prendere provvedimenti in tal senso così da evitare queste situazioni pericolose e paradossali. Si chiama principio di precauzione, altrimenti dovremo considerare l'Amministrazione al di sotto di ogni sospetto.

 

Ultima modifica il Domenica, 08 Dicembre 2013 15:55

Articoli correlati (da tag)

Chiudi