Mercoledì, 06 Giugno 2018 11:57

L'Aquila Futura: "Basta illegalità fuori supermercati e centri commerciali". SI: "Destra soffia su fuoco"

di 
L'Aquila Futura: "Basta illegalità fuori supermercati e centri commerciali". SI: "Destra soffia su fuoco" Foto: Google Street View

Pugno duro nei confronti degli "stranieri che stazionano fuori i supermercati e i centri commerciali".

A chiederlo sono i consiglieri comunali di L'Aquila Futura, Luca Rocci, Roberto Santangelo e Francesco Bignotti.

"Abbiamo preso parte" scrivono i consiglieri in una nota congiunta "alla Commissione Consiliare Speciale sul Fenomeno Migratorio e Lavoro Sommerso della Regione Abruzzo, su invito del presidente della stessa il dottor Emilio Iampieri. In audizione abbiamo riportato le problematiche della nostra città sia sul tema Sprar e Cas, sia sulla sicurezza urbana".

"Si è rappresentato in particolar modo la pesante situazione che i nostri concittadini si trovano ad affrontare ogni giorno per le strade e fuori le attività commerciali aquilane. Abbiamo segnalato, come già detto nei giorni scorsi, i continui atteggiamenti molesti che persone di nazionalità straniera hanno nei confronti di anziani, donne e bambini".

"Alla presenza dei Commissari abbiamo esplicitato la richiesta di effettuare dei controlli ed ispezioni nelle diverse strutture presenti nel comune dell'Aquila per poter capire meglio i modi di gestione delle stesse. Richiesta che è stata ben accetta e condivisa dallo stesso Presidente della Commissione".

"Un ulteriore segnalazione ci è giunta dai gestori della galleria commerciale “Meridiana”, che si sono ritrovati a lottare da soli negli anni senza nessun ascolto".

"Crediamo che questa tematica vada affrontata su tutti i livelli istituzionali poiché deve essere il più possibile gestita è controllata. La cittadinanza deve tornare a credere nelle istituzioni, nelle forze dell'ordine, ma soprattutto deve tornare a sentirsi sicura. Ringraziamo pertanto il Presidente e Consigliere Regionale dottor Emilio Iampieri per averci dato l'opportunità di rappresentare le istanze della nostra città e per averci dato ascolto. Basta zone franche di illegalità".

Sinistra italiana L'Aquila: "Maggioranza soffia sul fuoco"

"A pochi giorni di distanza dall'assassinio di Soumaila Sacko, migrante regolare del Mali, padre di una bambina di 5 anni, bracciante e sindacalista impegnato nella lotta allo sfruttamento di chi, come lui, lavora nei campi per pochi euro al giorno, i rampanti e zelanti consiglieri di maggioranza Roberto Santangelo e Luca Rocci non trovano altro di meglio da fare che soffiare sul fuoco dell'intolleranza e alimentare la becera propaganda contro gli immigrati".

A scriverlo è Pierluigi Iannarelli, segretario del circolo di Sinistra Italiana L'Aquila.

"Anziché ergersi a paladini della legalità, sarebbe il caso di provare a comprendere il dramma dell'immigrazione, sia dal punto di vista personale, del singolo individuo, che il suo impatto sociale sulla collettività. Negli ultimi trent'anni l'Italia ha prima ignorato e sottovalutato il fenomeno, oggi invece lo considera un problema al punto che lo combatte con tutte le sue forze. E' tempo di cambiare mentalità, impostazione e approccio al tema perché l'immigrazione è, oltre a un fatto naturale e fisiologico, una risorsa necessaria al futuro del nostro Paese".

"Secondo Iannarelli va cambiata l'agenda -Le priorità dell'azione politica non dovrebbero essere l'odio e il populismo, bensì l'integrazione e temi come lo jus soli. Queste sono le grandi battaglie che dobbiamo portare avanti per rendere il nostro un Paese civile nel vero e proprio senso della parola".

Articoli correlati (da tag)

Chiudi