Stampa questa pagina
Mercoledì, 22 Agosto 2018 16:09

Sciolto il Consiglio regionale, De Matteis: "D'Alfonso, il 'fuggitivo d'Abruzzo', lascia soltanto macerie"

di 

"Con la pubblicazione sul Bura del relativo provvedimento si scioglie il Consiglio regionale e si chiude, finalmente, questa parentesi. L’ormai ex presidente D’Alfonso, detto 'il fuggitivo d’Abruzzo', lascia una regione coperta dalle macerie, amministrative e politiche".

A dirlo è il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio comunale Giorgio De Matteis.

"Le tante, inutili affermazioni, mai suffragate da atti sostanziali, oggi appaiono ancora di più come parole al vento", l'affondo; "dopo averla maltrattata, D’Alfonso abbandona la Regione Abruzzo, fuggendo a Roma. Primo presidente della nostra Regione a lasciare l’incarico prima della fine del mandato. Se ne va senza aver dato alcun segno della sua presenza: attività produttive al palo, zero investimenti sulle infrastrutture, se non a parole, ma, in compenso, tante conferenze stampa e inutili annunci. La sua oramai sbrindellata maggioranza resta aggrappata a strapuntini, cercando, con inutili appigli, di prolungare l’agonia".

Con il provvedimento pubblicato sul Bura, tuttavia, "si chiude questa triste parentesi" e "si andrà a votare entro la fine dell’anno".

Il vice presidente Giovanni Lolli "provveda, con immediatezza, a fissare, come previsto dallo Statuto e dalle leggi, la data delle elezioni, di concerto con la presidente della Corte d’Appello e senza giochi di prestigio", le parole di De Matteis. Che aggiunge: "Quanto alla nostra città, speriamo che, dopo l’elezione di un governo di centro sinistra che ha bastonato, marginalizzato e ridicolizzato il capoluogo, L’Aquila possa dare un segno di risveglio, mandando a casa chi, a cominciare da D’Alfonso fino a inconsistenti presenze regionali, ha prodotto solo parole. Sappia, il centro sinistra ormai ridotto ai minimi termini, che il tempo degli onori è terminato per tutti e la Regione, finalmente, è libera".

Articoli correlati (da tag)