Giovedì, 31 Ottobre 2019 14:39

Navelli, l'opposizione: "Soldi del Masterplan per fare un parcheggio"

di 
L'area dove dovebbe sorgere il parcheggio L'area dove dovebbe sorgere il parcheggio

Fondi del Masterplan usati in maniera impropria.

E’ l’accusa mossa dai consiglieri comunali di minoranza di Navelli Giulia Giampietri, Luigi Torlone e Remo Cantalini (del gruppo “Un nuovo orizzonte”) all’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Federico.

A finire sotto accusa è una delibera di giunta approvata lo scorso giugno, la numero 61, con la quale i 140 mila euro del Masterplan stanziati dalla Regione Abruzzo nel 2017 in favore del comune vengono destinati alla realizzazione di un parcheggio asfaltato di mille metri quadri localizzato proprio all’ingresso del paese, noto in tutto il mondo per lo zafferano e membro anche del club dei borghi più belli d’Italia.

Secondo gli autori della denuncia, che la scorsa settimana hanno portato la vicenda in consiglio comunale, l’intervento approvato dalla giunta sarebbe illegittimo perché non rispetterebbe le finalità stabilite dal Masterplan, che stabiliva sostanzialmente che i fondi destinati ai piccoli comuni dovessero essere impiegati per interventi mirati alla conservazione e alla rivitalizzazione dei centri storici.

Invece, si legge nella mozione presentata dai consiglieri “L'intervento proposto stravolge completamente [questo] principio [...] I fondi del Masterplan devono essere utilizzati dalle amministrazioni beneficiarie per la realizzazione di 'interventi di valorizzazione e sviluppo turistico strategico integrato e sostenibile, con recupero dei borghi di aree interne rilancio delle micro imprese'. Cosa ci possa essere di quanto appena enunciato in questo tipo di realizzazione sfugge ad ogni umana comprensione”.

“L’intervento” si legge sempre della mozione “non ricade all’interno della perimetrazione del centro storico”. Inoltre “la proposta progettuale risulta essere di notevole impatto sotto il profilo paesaggistico, con conseguente danno irreversibile per la tutela della bellezza del centro storico”.

Il progetto prevede infatti un parcheggio “di circa 1000 mq, con relativa strada di accesso, completamente in asfalto, e 6 rampe pedonali necessarie per superare il notevole dislivello che divide tale area dalla sovrastante strada comunale. A essere deturpata sarebbe la prospettiva più fotografata e rappresentata del borgo di Navelli”.

Un parcheggio di tali dimensioni, dicono i consiglieri, sarebbe inoltre del tutto sovradimensionato rispetto alle esigenze del paese, che conta appena 600 abitanti, dei quali però solo 20 risiedono stabilmente nel centro storico.

“Nella zona dove si intende realizzare l’opera” osservano i consiglieri “sono già presenti ben quattro aree destinate a parcheggio pubblico di dimensioni certamente capaci di soddisfare la domanda di posti auto per la totalità dell’anno. Attualmente la totalità delle superfici destinate a parcheggi pubblici, di cui si dispone a ridosso del centro storico, è ampiamente al di sopra del rispetto degli standard di legge, a cui vanno ad aggiungersi i garage e spazi privati di cui oggi dispongono buona parte delle abitazioni del centro abitato di Navelli”.

I tre chiedono dunque al sindaco e alla giunta di annullare la delibera e di "concordare con la Regione una  possibile rimodulazione del progetto utilizzando tali risorse per realizzare un intervento che rispecchi pienamente i contenuti strategici e gli obiettivi del Programma Masterplan della Regione Abruzzo, nonché  gli interessi della nostra comunità, sottolineando che la  convenzione sottoscritta,  prevede esplicitamente la possibilità di recessione da parte del comune al finanziamento"

Ultima modifica il Giovedì, 31 Ottobre 2019 19:45

Articoli correlati (da tag)

Chiudi