Stampa questa pagina
Lunedì, 03 Maggio 2021 14:36

Regione, alta tensione: FI e Lega vogliono D'Annuntiis in Giunta, Liris a rischio

di 

Ad una settimana dal vertice di Pescara, i coordinatori dei partiti della maggioranza di centrodestra all'Emiciclo avrebbero dovuto vedersi nel pomeriggio: tuttavia l'incontro è stato rinviato, presumibilmente a seguito delle ultime notizie sugli sviluppi dell'inchiesta sull'imprenditore della sanità Marinelli che vede coinvolti il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il capogruppo di Forza Italia Mauro Febbo.

Sul tavolo resta, dunque, la richiesta avanzata dal coordinatore regionale azzurro, il senatore Nazario Pagano, che preme per un ingresso in Giunta dell'attuale sottosegretario Umberto D'Annuntiis

Il motivo è presto detto: D'Annuntiis, da qualche settimana, ha 'rotto' con Forza Italia per aderire a Fratelli d'Italia; d'altra parte, la mossa era attesa da tempo: il sottosegretario, e con lui una parte del gruppo dirigente forzista teramano, non hanno mandato giù la decisione di nominare in giunta Daniele D'Amario al posto dell'uscente Mauro Febbo, mortificando le ambizioni dell'ex sindaco di Atri Gabriele Astolfi. Tuttavia, la mossa di D'Annuntiis ha rotto l'equilibrio raggiunto a seguito delle elezioni tra le forze di centrodestra.

Per questo, Pagano sta spingendo affinché D'Annuntiis lasci la poltrona di sottosegretario e venga nominato assessore: andasse così, in Consiglio regionale entrerebbe proprio Astolfi che andrebbe a riequilibrare i rapporti di forza tra i partiti della coalizione. E sul punto, avrebbe trovato il sostegno della Lega che sta facendo 'asse' con gli azzurri per frenare la crescita di Fratelli d'Italia. D'altra parte, i rapporti tra il Carroccio e i meloniani sono ai minimi termini, risentendo, evidentemente, delle dinamiche politiche nazionali che vedono Lega e Forza Italia al Governo e Fratelli d'Italia all'opposizione. 

Se D'Annuntiis dovesse entrare in Giunta a perdere la poltrona sarebbe il super-assessore Guido Quintino Liris, che detiene deleghe pesantissime, ed in particolare quella al bilancio.

Forza Italia avrebbe chiesto uno “scambio di posizioni” tra D’Annuntiis e Guido Liris senza una redistribuzione delle deleghe. Il che vorrebbe dire D’Annutiis assessore al Bilancio (nonché allo Sport e alle Aree Interne) e Liris sottosegretario alla Presidenza. Secondo rumors di palazzo, però, la Lega vorrebbe spingersi ancora oltre, e avrebbe messo sul piatto la richiesta di ridiscutere anche l’assegnazione delle deleghe per togliere a Fratelli d’Italia il Bilancio.

Per il momento, Fratelli d'Italia sta facendo 'muro': è chiaro, però, che se le forze di coalizione dovessero premere per il 'rimpastino' sarebbe complicato per il governatore Marco Marsilio tenere al riparo da scossoni la sua Giunta. Un'uscita di Liris dalla Giunta e un suo ritorno in consiglio significherebbe far fuori dalla massima assise regionale Mario Quaglieri. E per equilibri interni ai meloniani, ciò non dispiacerebbe affatto al sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi.

Ultima modifica il Lunedì, 03 Maggio 2021 22:02

Articoli correlati (da tag)