Stampa questa pagina
Venerdì, 11 Giugno 2021 18:31

Vaccini, Biondi a Costa: "Protocollo per migranti e senza fissa dimora"

di 

“Al sottosegretario Costa ho sottoposto una questione non più rinviabile, ovvero la necessità che il governo, ora che la campagna di vaccinazione è a pieno regime, predisponga un protocollo unico per la somministrazione delle dosi anche nei confronti dei migranti e dei cittadini senza fissa dimora”.

Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, a margine della visita presso il centro vaccinale di San Vittorino del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

“Proprio mentre L’Aquila e l’intera regione sono entrati in fascia bianca nel capoluogo d’Abruzzo sono stati registrati 19 casi di positività al coronavirus tra gli ospiti di due centri di accoglienza - spiega il sindaco - Episodi individuati grazie all’intervento della Asl che ha sottoposto a tampone tutti i presenti nelle strutture, nonostante fossero già stati testati e sottoposti a quarantena al loro arrivo in Italia”.

“È necessario che l’esecutivo definisca regole chiare e valide sull’intero territorio nazionale affinché si predispongano ulteriori iniziative volte alla tutela della salute pubblica per scongiurare la sciagurata ipotesi di un aumento dell’indice di contagiosità, abbattuto grazie alla campagna di vaccinazione in atto nei grandi hub vaccinali e nei centri minori delle aree interne grazie alla collaborazione dei team mobili di Esercito e Carabinieri. Si sta compiendo uno sforzo enorme, che consentirà all'Abruzzo di raggiungere l'immunità di gregge già ad agosto - la seconda regione in Italia, stando alle proiezioni. Per questa ragione occorre che questo impegno collettivo, che coinvolge tutte le istituzioni dello Stato, non venga vanificato".

Prima di arrivare all'Aquila, Costa ha visitato la sede centrale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise. Accolto dalla Direzione e dai componenti del CdA dell’Istituto, il Sottosegretario ha sottolineato il ruolo centrale delle eccellenze scientifiche come l’IZSAM nel contrasto della pandemia: “Qui siamo in un Centro che è un’eccellenza delle eccellenze, dove è stato fatto un grande lavoro diagnostico e sul sequenziamento del virus. Quello della ricerca è un aspetto fondamentale sul quale dobbiamo investire ancora di più per far sì che eccellenze come l’Istituto di Teramo siano nella condizione di lavorare ancora meglio, perché danno un contributo fondamentale anche per affrontare scenari futuri”.

Dopo l’incontro con gli organi di informazione, il Sottosegretario Costa ha visitato i laboratori di massima sicurezza destinati alla diagnostica di Sars-Cov2, il reparto Biologia Molecolare e Tecnologie Omiche, sede del Centro di Referenza Nazionale per Sequenze Genomiche di microrganismi patogeni, e il nuovo Data Center. “Poco meno di due mesi fa abbiamo avuto l’onore di ospitare il Ministro della Salute Roberto Speranza, che ha apprezzato molto l’organizzazione e la varietà di attività del nostro Istituto. Ricevere oggi la visita del neo Sottosegretario di Stato Andrea Costa è un ulteriore riconoscimento del lavoro svolto ogni giorno, su più fronti, dalle donne e dagli uomini dell’Istituto. Ed è questo che mi rende più orgoglioso. Ricordo anche che il Sottosegretario Costa ha la delega alla sicurezza alimentare che è un ambito nel quale siamo decisamente impegnati” ha dichiarato il DG dell’IZSAM Nicola D’Alterio; “ci siamo spesi con tutte le nostre forze nel contrasto alla pandemia da Sars-Cov2, continuando a portare avanti progetti e ricerche internazionali per essere pronti ad affrontare le sfide del futuro. Tutto il personale - da chi si occupa direttamente di ricerca e diagnostica, alle diverse figure professionali di supporto all’attività scientifica - ha mostrato e continua a mostrare un senso di responsabilità altissimo, senza mai risparmiarsi per l’obiettivo primario di tutti noi: garantire la salute pubblica”.

Ultima modifica il Venerdì, 11 Giugno 2021 19:15

Articoli correlati (da tag)