Stampa questa pagina
Lunedì, 16 Maggio 2022 18:51

Cuperlo: "Pezzopane tra i profili più autorevoli del Pd, orgogliosi della candidatura"

di 

"E' una bellissima candidatura, quella di Stefania Pezzopane; la nostra conoscenza risale ad un tempo remoto: eravamo poco più che ragazzi quando, provenendo entrambi dalla provincia profonda, lei dall'Aquila ed io da Trieste, incrociammo i nostri percorsi nella Federazione dei giovani comunisti. Da allora, ho seguito le sue attività e i suoi passaggi politici importanti con l'amicizia e l'affetto che maturano in quella fase della vita. E oggi non posso che ringraziarla per la disponibilità offerta al nostro partito di candidarsi a sindaca dell'Aquila".

Parole di Gianni Cuperlo che, nel pomeriggio, è arrivato in città per presentare il suo ultimo libro, 'Rinascimento europeo', edito da Il Saggiatore; prima, l'ultimo segretario della FGCI e il primo della Sinistra giovanile ha incontrato la stampa nella sede del Pd, in via Paganica, alla presenza della segretaria cittadina Emanuela Giovambattista, di Giovanni Lolli, Fulvio Angelini e della candidata sindaca del centrosinistra, per poi fare visita al Gran Sasso Science Institute.

"Conosco la passione di Stefania, l'intensità che mette nelle battaglie politiche: vedrete che da sindaca, perché sono sicuro che sarà eletta sindaca, darà un contributo preziosissimo a questa magnifica città, per l'esperienza maturata, le capacite, le competenze istituzionali. Stefania è una delle figure più autorevoli del Pd e non possiamo che rivendicare con orgoglio la sua discesa in campo".

Cuperlo ha portato i saluti del segretario nazionale Enrico Letta che, ha svelato, sarà all'Aquila il prossimo 4 giugno. 

"Pezzopane ha avuto la forza di mettere insieme una coalizione ampia e plurale, sei liste che vanno dalla sinistra al Movimento 5 stelle, sul modello di quel campo largo, inclusivo, evocato proprio da Letta e su cui abbiamo impostato la campagna elettorale per le amministrative". I pentastellati hanno avuto una evoluzione profondissima, ha riconosciuto Cuperlo; "ai tempi in cui sedevo in Parlamento, per il Movimento eravamo quelli di Bibbiano; a seguito della brillante iniziativa politica del Papeete, però, abbiamo dato vita, insieme, al Governo Conte che ha affrontato la pandemia con autorevolezza. Da allora, il profilo politico e la stessa impostazione dei pentastellati è mutata completamente: Conte sta proseguendo su quel sentiero e lì ci troverà sempre", ha assicurato Cuperlo.

Poi, una battuta sul libro. "Che cos’è l’Europa? È un sogno nato durante la prigionia su un’isola, in un momento in cui nessuna speranza sembrava possibile. È un muro abbattuto da una folla festante che si scioglie in un abbraccio atteso da trent’anni. È una generazione di giovani attivisti che riempie le piazze animata dal desiderio di dare un futuro al pianeta. Ma l’Europa è anche il voto della Brexit. È l’affermazione di movimenti guidati da valori opposti all’idea di comunione pacifica nata dalle macerie del conflitto. È la costruzione di barriere là dove non ce n’erano da decenni. È il corpo di un bambino morto in mare mentre cercava di raggiungere le nostre sponde".

Ultima modifica il Martedì, 17 Maggio 2022 09:12

Articoli correlati (da tag)