Stampa questa pagina
Venerdì, 27 Maggio 2022 16:11

Elia Serpetti: "Flotta autobus AMA ferma in città e nessun servizio". Mannetti: "Mente sapendo di mentire". Ma 41 bus sono fermi

di 

"Da diversi giorni ci sono problemi per espletare il servizio di trasporto dei bus AMA in città. Gli autobus ci sono ma la gran parte è ferma causa rotture meccaniche a cui l'officina non riesce a sopperire e stare dietro nelle riparazioni: ben 10 bus elettrici nuovi fermi e l’Azienda che non riesce ad espletare il servizio come il relativo contratto imporrebbe, con buona pace dei cittadini che rimangono a piedi".

A denunciarlo è il consigliere comunale del Passo Possibile, Elia Serpetti.

Il risultato è che "decine di corse saltano in toto o parzialmente, lasciando a piedi utenti, perlopiù anziani e minorenni diretti a scuola. Naturalmente gli autobus elettrici hanno problemi anche perché non si possono caricare per mancanza di centrale elettrica idonea alla ricarica del numero di autobus acquistati. E già, avete capito bene: pochi autobus, i pochi che ci sono restano fermi perché l'impianto elettrico dell'AMA non consente di ricaricarne più di 3 al giorno e l'azienda non è nelle condizioni finanziarie di realizzare una nuova centrale elettrica o - sarebbe fantascienza solo poterlo pensare ad un livello qualitativamente più alto ed ecosostenibile - un impianto/parco fotovoltaico".

Serpetti conclude ricordando che "per l'acquisto dei mezzi sono stati investiti circa 4 milioni e mezzo di euro e che ognuno di essi costa 450mila euro più Iva: lascio ai cittadini qualsivoglia giudizio sulla tanto declamata città ecosostenibile dell’Amministrazione uscente, evidentemente più interessata a nominare in fretta e furia il nuovo Amministratore unico dell’Azienda che garantire i servizi alle persone".

A stretto giro la replica dell'assessora Carla Mannetti: "Elia Serpetti mente sapendo di mentire, perché da dipendente dell'Asm frequenta il piazzale, che l'azienda dei rifiuti condivide con l'Ama spa, conosce benissimo la reale situazione dei mezzi di trasporto urbano".

Alla fine dell'anno scolastico, sottolinea Mannetti, "i mezzi sono fisiologicamente in sofferenza e da circa una settimana ne sono fermi 41 e non 10, di cui 4 elettrici, a fronte degli 86 che compongono l'intera flotta, in quanto si sono verificate una serie di situazioni sfavorevoli, dal ritardo nella consegna di alcuni pezzi di ricambio alla indisponibilità di officine esterne. Quindi - aggiunge Mannetti - le affermazioni di Serpetti sono chiaramente strumentali e funzionali al momento politico che stiamo vivendo".

Mannetti assicura che sta seguendo da giorni, in prima persona, ogni mattina, la problematica dell'officina in stretto raccordo con l'amministratore unico Augusto Equizi. "Non voglio credere, infine, ad alcune insinuazioni per le quali molti guasti sarebbero dovuti ad azioni di sabotaggio, visto che ho avuto disponibilità e rassicurazioni sia da parte dei meccanici, che hanno intensificato l'attività e per questo li ringrazio, che degli autisti che continuano a svolgere con puntualità il loro lavoro. L'azienda, come dovrebbe ormai essere noto, tanto più a un consigliere comunale, in stretto raccordo con il Comune sta poi completando l'iter procedurale per la nuova struttura di ricarica dei bus elettrici che fungerà anche da rimessa", ricorda l'assessore. "In ogni caso, chiedo scusa alla cittadinanza e agli utenti che hanno subito alcuni disservizi", afferma l'assessore.

"Rinnovo la massima fiducia nell'amministratore unico, che sta portando avanti il suo lavoro con diligenza e puntualità", conclude Mannetti.

Ultima modifica il Sabato, 28 Maggio 2022 08:28

Articoli correlati (da tag)