Mercoledì, 23 Luglio 2014 19:02

Metanodotto Snam, Pietrucci chiede a D'Alfonso un diniego sulla centrale di Sulmona

di 
Pierpaolo Pietrucci con Luciano D'Alfonso Pierpaolo Pietrucci con Luciano D'Alfonso

Pierpaolo Pietrucci chiede la sospensione della convocazione della Conferenza dei Servizi sul metanodotto Snam. Il consigliere regionale aquilano ha presentato una risoluzione (assieme al collega Andrea Gerosolimo) che impegna il presidente della Regione Luciano D'Alfonso a chiedere la sospensione della Conferenza dei Servizi fissata per il prossimo 7 agosto dal ministero dello Sviluppo economico, relativa alla realizzazione del metanodotto Brindisi-Minerbo. L'opera prevede l'attraversamento del territorio regionale abruzzese per oltre 100 chilometri, e installazione di una centrale gas a servizio del metanodotto nel comune di Sulmona. "Sull’opera - afferma Pietrucci - hanno espresso la loro contrarietà numerosi istituzioni ed Enti locali. La Commissione Ambiente della Camera dei Deputati si è pronunciata il 26 Ottobre 2011 contro tale progetto, per voto unanime, a causa dell’elevato rischio sismico che metterebbe a dura prova la vulnerabilità della condotta".

La nota completa di Pierpaolo Pietrucci

Con la risoluzione presentata ieri e approvata all’unanimità a firma Andrea Gerosolimo e Pierpaolo Pietrucci, e vista l’adesione dei Consiglieri Di Nicola, Iampieri, Berardinetti, oltre al Presidente del Consiglio Di Pangrazio  il Consiglio Regionale impegna il Presidente della Regione a chiedere  la sospensione della convocazione della Conferenza dei Servizi fissata per il 7 agosto dal Ministero dello Sviluppo Economico relativa all’attuazione del metanodotto Brindisi-Minerbio (Bo) che prevede l’attraversamento del territorio regionale per oltre 100 Km e l’istallazione nel comune di Sulmona di una centrale di compressione gas a servizio del metanodotto.

La vicenda è nota. Sull’opera hanno espresso la loro contrarietà numerosi istituzioni ed Enti locali. La Commissione Ambiente della Camera dei Deputati si è pronunciata il 26 Ottobre 2011 contro tale progetto, per voto unanime, a causa dell’elevato rischio sismico che metterebbe a dura prova la vulnerabilità della condotta. Anche il Consiglio regionale ha approvato tre risoluzioni (18/10/2011-14/02/2012/-03/12/2013) concernenti il problema e la convocazione di un tavolo per possibili alternative.

Ciononostante, ad oggi, non solo non è stato convocato il Tavolo per la individuazione delle alternative, ma da parte del Governo si continua a non tenere conto di ogni iniziativa adottata a livello regionale per la tutela del territorio ed il Ministero per lo Sviluppo Economico ha fissato per il 7 Agosto la convocazione della Conferenza dei Servizi al fine di procedere con l’autorizzazione alla costruzione dell’opera.

Il Consiglio Regionale pertanto  richiede l’impegno del Presidente della regione D’Alfonso a richiedere la sconvocazione della Conferenza dei Servizi relativa alla Centrale Snam di Sulmona; a trasmettere al Ministero per lo Sviluppo Economico l’atto di diniego dell’intesa con lo Stato sull’opera; a richiedere al Ministero il pieno rispetto della risoluzione della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati e la istituzione del Tavolo per l’individuazione delle possibili alternative.

La nostra battaglia riprende, con vigore e determinazione, per la salvaguardia del nostro territorio.

Ultima modifica il Giovedì, 25 Settembre 2014 11:37

Articoli correlati (da tag)

Chiudi