Venerdì, 05 Agosto 2022 11:14

L’architetto Armando Balducci, a volte ritornano

di  Redazione

Vi ricorderete le vicende dell'ex direttore generale della Gran Sasso Acqua, l'arch. Armando Balducci? Sicuramente si, (clicca qui) , le discussioni che in città hanno prodotto i suoi atti, hanno trovato ascolto anche in Consiglio comunale.

Dopo aver lasciato la Gran Sasso Acqua, si pensava che il suo contributo professionale alla nostra città fosse terminato, e invece no. Ieri mattina, a margine della presentazione della manifestazione "Cinema sotto le Stelle", improvvisamente, palazzo Fibbioni, è diventata la sede operativa di una riunione, ai massimi livelli, riguardante l'analisi e lo stato dell'arte dei progetti inseriti nel PNRR. Riunione convocata dal gabinetto del sindaco.

Partecipavano, i dirigenti del comune Roberto Evangelisti, Mauro Bellucci, le posizioni organizzative Carlo Bolino e Dino Tarquini e udite, udite, l'arch. Armando Balducci, presentatosi, ci dicono, in qualita di consulente del sindaco Biondi.

Ci siamo chiesti e abbiamo chiesto: quale norma può autorizzare un esterno all'amministrazione a partecipare a tali riunioni? 

Ci è stato comunicato, in modo assolutamente riservato che, molto probabilmente, l'incarico assegnato all'arch. Balducci, derivi da quanto disposto dalla delibera di Giunta Comunale n° 377 dell' 11/08/2017, attraverso la quale, l'amministrazione si è dotata di indirizzi e modalità attuative per regolarizzare collaborazioni di soggetti in pensione.

Ma, nella parte deliberativa, al punto n. 2 comma 4 viene precisato: "in virtù della non applicabilità del regolameto sopra richiamato, gli incarichi ai soggetti in quiescenza vengono conferiti esclusivamente con compito di supporto alle segreterie del Sindaco e assessori, in analogia con quanto previsto dall'articolo 10, commi 1 e 2 del Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e dei Servizi." 

Quindi, se così fosse, non si potrebbe parlare di consulenti ma semplicemente di "aiuto segreterie" . Inoltre è corretto affermare che la prestazione di supporto alle segreterie, è totalmente gratuita e, l'unico costo sostenuto dal Comune, riguarda, unicamente, l'assicurazione Inail. Apripista il 28 dicembre del 2017, nel beneficiare di tale disposizione, Antonio La Torre, fedelissimo dell'assessore regionale Guido Liris.

Come diciamo nel titolo, a volte ritornano ......... infatti questo incarico, a quanto ci hanno riferito, oltre che all'arch. Armando Balducci, dovrebbe essere stato assegnato, anche in favore dell'ex assessore, della giunta guidata da BiagioTempesta, Nicola Iovenitti.

Ultima modifica il Sabato, 06 Agosto 2022 22:05
Chiudi