Domenica, 04 Dicembre 2016 22:57

Rugby, l'aquilano Flammini esordisce nel Pro 12 con la Benetton Treviso

di 
Flammini con la maglia del Petrarca Flammini con la maglia del Petrarca foto Corrado Villarà

Ha giocato metà tempo, ha rimediato un giallo a fine gara e da parte della stampa gli è stata assegnata una meta. E' Vittorio Flammini, aquilano doc classe 1994, che ieri ha debuttato in Pro 12, la competizione transnazionale europea di rugby, dove militano anche le franchigie italiane Benetton Treviso e Zebre.

Ed è proprio nelle fila della Benetton Flammini ha esordito in un campionato professionistico, chiamato come permit player dal Petrarca Padova, compagine di Eccellenza (la massima serie italiana) in cui milita.

L'occasione non è stata delle migliori, considerando che a Galway (Irlanda) i biancoverdi hanno perso 47-8. E l'unica meta della Benetton, siglata al 68', è stata assegnata da Rugby 1823 proprio alla seconda/terza linea aquilana, prima di essere data in via ufficiale a Abraham Steyn.

Flammini (196 cm x 96 kg) è nato e cresciuto all'Aquila. Dopo aver militato nelle nazionali U17 e U18, la scorsa estate è stato convocato per la prima volta in nazionale Emergenti. Fino alla scorsa stagione ha militato nell'Aquila Rugby Club, con cui a primavera è retrocesso dall'Eccellenza alla Serie A. In estate il passaggio ai tuttineri del Petrarca, ed una prima convocazione (senza entrare nei 23), a fine novembre, nella Benetton come permit player, in occasione della trasferta della Benetton sul campo del Munster. Ieri, l'esordio.

Nella stagione in corso, il 22enne aquilano è il terzo abruzzese a giocare in Pro 12. Il tre quarti marsicano Giovanbattista Venditti e il tallonatore aquilano Carlo Festuccia militano infatti nelle Zebre.

Ultima modifica il Domenica, 04 Dicembre 2016 23:54

Articoli correlati (da tag)

Chiudi