Sabato, 23 Marzo 2019 18:00

L'Aquila riabbraccia Paolo Aquilio, medaglia d'argento agli Special Olympics

di 
Paolo Aquilio e Guido Grecchi Paolo Aquilio e Guido Grecchi

E' tornato a casa Paolo Aquilio, l'atleta aquilano che ha partecipato all'edizione 2019 dei giochi mondiali di Special Olympics svoltasi ad Abu Dhabi.

Ad attendere Paolo, vincitore di una medaglia d'argento, un nutrito gruppi di amici, gli stessi che lo hanno supportato e incoraggiato per tutta la durata dei giochi.

"Uno dei momenti più belli" ha raccontato "è stato quando giocando sentivo il tifo e gli applausi dagli spalti" ma il sostegno a Paolo veniva ogni giorno puntualmente dai suoi compagni di squadra rimasti in Italia che con videomessaggi lo incoraggiavano a fare bene, a fare canestri e a vincere anche per loro".

Entusiasta Guido Grecchi, direttore regionale Special Olympics: "Paolo come tutti gli atleti azzurri  farà tesoro di questa esperienza appena vissuta che ha fatto crescere l'autonomia e la consapevolezza di sé migliorando l'autostima di Paolo come atleta e come persona. I nostri atleti speciali sono i Game Changers. Così Special Olympics li ama chiamare coloro che in tutto il mondo non si arrendono alle difficoltà e che quando le regole non sono corrette cercano di cambiarle. Hanno rivoluzionato le prospettive da cui guardare le persone con disabilità intellettive, Paolo vincendo la medaglia d'argento ad Abu Dhabi, ha vinto sui dubbi, le perplessità e i pregiudizi di chiunque li abbia guardati giocare. Il tutto ancora una volta attraverso lo straordinario potere dello sport. Il compito che attende oggi Paolo è quello di raccontare ad altri questa esperienza, condividendo il più possibile le emozioni provate. Solo così l'inestimabile valore di questo viaggio moltiplicherà arrivando a coinvolgere un numero sempre crescente di giovani e di potenziali atleti Special Olympics di avere l'opportunità di fare sport, di migliorare sensibilmente la propria vita. Grazie a Paolo vogliamo trovare società sportive che si aprano alla disabilità, vogliamo far uscire di casa le persone con e senza disabilità e far loro scoprire in prima persona ciò che Paolo ha vissuto sulla propria pelle".

Ultima modifica il Sabato, 23 Marzo 2019 22:15

Articoli correlati (da tag)

Chiudi