Stampa questa pagina
Domenica, 08 Dicembre 2019 20:04

L'Aquila 1927 vince il derby con l'Amiternina e resta in testa alla classifica

di 

Gol e spettacolo al "Comunale" di Scoppito, con L'Aquila 1927 che piega 4-2 una mai doma Amiternina.

Nel 4-3-3 di Cappellacci subito dentro i nuovi innesti D'Amico e Catalli, il primo in difesa al fianco di Zanon, il secondo sulla mediana insieme a Morra e Di Norcia. Davanti il tridente Di Benedetto-Maisto-La Selva. L'Amiternina, con sei assenze tra infortuni e squalifiche, risponde con un 4-3-1-2: Sebastiani agisce dietro le punte Ramos Moreno e Lepidi.

Primo spunto di cronaca al quinto di marca aquilana: tacco illuminante di Maisto che smarca Di Norcia, destro di prima intenzione del 9 rossoblù, alto. Passano 120 secondi e L'Aquila si porta in vantaggio: traversone dalla destra di Di Norcia, la difesa giallorossa non riesce a liberare, il pallone arriva sul secondo palo dove Maisto liberissimo ha il tempo di aggiustarsi la sfera e depositare in rete.

Al dodicesimo i rossoblù raddoppiano grazie ad una invenzione balistica di La Selva, che dai 25 metri colpisce di collo piede e pesca l'incrocio dei pali.

L'uno-due non abbatte l'Amiternina, che al quarto d'ora dimezza lo svantaggio: verticalizzazione a premiare la corsa di Lepidi che supera Zanon, fila a tu per tu con Sinopoli e lo infila di giustezza. Padroni di casa ancora propositivi a metà frazione: mancino di Carrato, respinge Sinopoli.

Al quarantesimo Amiternina costretta al primo cambio: fuori per infortunio Tinari, al suo posto Fischione. A tre dall'intervallo L'Aquila cala il tris: percussione di Di Benedetto e staffilata che, deviata da un difensore, si impenna mettendo fuori causa Ludovisi.

Prima del duplice fischio occasione per il 4-1 rossoblù: traversone dalla destra, torre di Maisto per Di Benedetto che prova la correzione a rete dalla corta distanza, super Ludovisi si oppone.

A inizio ripresa si fa vedere l'Amiternina con una conclusione di Ramos Moreno respinta da Sinopoli. Padroni di casa quadrati e propositivi, che al quarto d'ora riaprono il match: lancio di Pavlovskis che pesca Ramos Moreno sulla sinistra, accelerazione dello spagnolo a superare Campagna e diagonale mancino che non dà scampo a Sinopoli.

Alla mezz'ora grande occasione per L'Aquila: sugli sviluppi di un angolo perentoria incornata di Maisto che scuote la traversa, complice anche la deviazione di Ludovisi. Il gol è nell'aria e arriva al quarantesimo: il neo entrato Carosone va al cross, Maisto d'incontro con il piatto destro manda il pallone prima a baciare il palo e poi in fondo al sacco.

Prima del triplice fischio finale da segnalare un palo di Catalli, poi più nulla.

L'Aquila resta in vetta e domenica chiuderà il suo girone d'andata ospitando il Morro D'Oro al "Gran Sasso-Acconcia".

Articoli correlati (da tag)