Stampa questa pagina
Martedì, 05 Ottobre 2021 20:49

La Rugby L'Aquila si presenta alla città, campionato al via il 17 ottobre

di 

Partirà il prossimo 17 ottobre l’avventura della Rugby L’Aquila Ssd, il nuovo sodalizio della palla ovale cittadina nato in estate su iniziativa dell’imprenditore Mauro Scopano, che ne sarà il presidente, e di una compagine di soci che comprende anche l’avvocato Marco Castellani, il tributarista Guido Passerini e un altro imprenditore, Berardino De Angelis, che saranno, rispettivamente, vice presidente, tesoriere e consigliere.

Squadra e società si sono presentati alla città in una cerimonia tenutasi all’Auditorium del Parco, alla presenza del sindaco Pierluigi Biondi, dell’assessore regionale allo Sport Guido Liris, del vice presidente nazionale e del presidente regionale Fir, gli aquilani Giorgio Morelli e Marco Molina, dei consiglieri regionali e comunali Americo Di Benedetto, Pierpaolo Pietrucci e Stefano Palumbo.

Il nuovo club disputerà il campionato seniores di serie C, che quest'anno sarà a girone unico, senza più la suddivisione in C1 e C2.

La formula prevede una fase a gironi regionale e una seconda fase, sempre a gironi, interregionale. Da quest’ultima usciranno fuori le 12 squadre che accederanno alla fase nazionale, basata su scontri diretti dai quali emergeranno le sei promosse in serie B. Lo staff tecnico potrà contare su Massimo Di Marco come capo allenatore, Luigi Milani e Roberto D’Antonio come allenatori, rispettivamente, degli avanti e dei tre quarti (ma Milani sarà anche giocatore) e su Alessandro Cialone come direttore tecnico.

La rosa, formata da un mix di elementi esperti e di giovani, è composta da: Gregorio Alfonsetti, Iacopo Alfonsetti, Matteo Alloggia, Pietro Antonelli, Paolo Bucci, Giancarlo Carnicelli, Matteo Centi, Carlo Cerasoli, Alessio Ciaglia, Alessio Ciotti, Riccardo Corazza, Francesco D’Antonio, Giorgio Daniele, Ludovico Di Marco, Stefano Di Profio, Diego Di Santo, Lorenzo Fiore, Giacomo Lepidi, Vito Licata, Andrea Lofrese, Andrea Mastrantonio, Luigi Milani, Luca Niro, Andrea Papa, Alessandro Pattuglia, Simone Petrolati, Lorenzo Pupi, Daniele Sansone, Dario Subrizi, Umberto Testone.

Ha detto il capitano, il 31enne aquilano Lorenzo Fiore, seconda linea: “La motivazione può avere alti e bassi, dunque è importante essere sempre carichi e non perdere mai la concentrazione, per dare sempre il massimo. In ogni modo l’importante è divertirsi, sia durante gli allenamenti che durante la partita. Noi ce la metteremo tutta per essere all’altezza della sfida che ci è stata proposta”. Ha aggiunto il direttore tecnico Cialone: “Siamo orgogliosi di essere qui, di iniziare un percorso avvincente, siamo davanti ad un libro con pagine bianche tutte da scrivere. La squadra è in via di costruzione, stiamo mettendo a punto gli assetti, e allenamento dopo allenamento si sta creando il giusto feeling. Ci sono tutte le premesse per fare bene”.

Nel corso della serata, sono state proiettate in anteprima le immagini delle divise della Rugby L’Aquila: la prima maglia è bianca, col nero e verde a colorare le spalle; la seconda maglia è invece rossa con fascia blu. In entrambi i casi, dunque, c'è il richiamo ai colori identitari del rugby e dello sport aquilano.

“La società nasce con un progetto quinquennale” ha spiegato il presidente Scopano “Pur partendo dalla serie C, abbiamo messo su uno staff e una rosa in grado di ambire a ben più alti obiettivi e palcoscenici”.

“L’obiettivo primario è anzitutto ricominciare a giocare, dopo due anni di inattività forzata” ha aggiunto Roberto D’Antonio “E’ chiaro che poi giocheremo per vincere ogni domenica. Puntiamo a far crescere i nostri giovani, alcuni dei quali hanno già alle spalle esperienze in serie A. Fondamentale sarà poi il contributo al gruppo che verrà dai nostri veterani”.

Scopano ha poi illustrato l’iniziativa pensata per sostenere la Rugby L’Aquila: “Agli sponsor vogliamo offrire qualcosa di più del classico ritorno di immagine, e abbiamo ideato così un meccanismo di economia circolare; il tifoso potrà sottoscrivere un abbonamento da sostenitore di 100 euro, ricevendo in cambio un buono sconto da 110 euro, da spendere presso le attività commerciali aquilane che aderiscono all'iniziativa. I voucher sconto saranno gestiti tramite una apposita app, e una piattaforma da noi ingegnerizzata. Si potrà così anche rendicontare il valore aggiunto di cui sarà beneficiario il territorio".

La Rugby L’Aquila si allenerà a Piazza D’Armi ma le partite casalinghe saranno disputate al Fattori, grazie al nulla osta arrivato dal Comune. "Il rugby torna a casa, dunque. Credo che sarà straordinario godere ancora del nostro storico campo", le parole del sindaco Biondi. "È anche questo un concreto modo di sostenere una nuova sfida che è sicuramente quella della compagine societaria, dei giocatori, ma anche della comunità tutta che con il rugby ha un legame affettivo radicato e che, tra l’altro, si sta preparando a raccogliere un anno intenso di successi con le iniziative legate alla capitale europea dello sport".

Ultima modifica il Martedì, 05 Ottobre 2021 23:29

Articoli correlati (da tag)