Stampa questa pagina
Giovedì, 30 Luglio 2015 18:01

L'Aquila riparte da "Jemo 'nnanzi" e abbonamento in curva a 99 euro

di 

Inizia la campagna abbonamenti dell'Aquila calcio 2015-2016, una stagione che non sarà semplice dopo quelle sbagliata dell'anno scorso e le difficoltà "economiche, societarie e legate alla questione Di Nicola" come ha sintetizzato il socio del sodalizio rossoblù Stefano Cipriani nella conferenza stampa di lancio della campagna abbonamenti.

Una stagione in cui andare avanti. Di qui l'idea dello stesso Cipriani di utilizzare l'espressione "Jemo 'nnanzi" , a L'Aquila divenuto un "brand di positività" grazie all'omonimo gruppo civico rappresentato per l'occasione da Cesare Ianni.

E per andare avanti i prezzi non potevano che essere ridotti:

Tribuna
centrale: 500 euro
Laterale intero: 260
Disoccupati: 140
Ridotto: 210

Curva
Intero: 99
Dispoccupati: 70

Kids
Ragazzi dai 6 ai 12 anni compiuti: 30

Family
Sconto del 20% sul secondo componente, dal terzo in poi 30 percento di sconto

Tribuna centrale a parte, per cui verrà regalata anche una maglia, i prezzi sono stati tutti ritoccati verso il basso,recependo in parte le richieste del Supporter Trust sopratutto sul prezzo sociale per disoccupati. 

Sorprende un po' invece il "ridotto" che si allarga sì fino a ragazzi di 19 anni ed universitari (oltre che donne e ultra 65enni) ma è applicato solo per la Tribuna e non per la curva.

E i distinti?

I distinti al Fattori sono inagibili (almeno per gli aquilani) come risaputo. Ma L'Aquila dovrebbe iniziare il campionato, o spostarsi massimo alla seconda giornata, nel nuovo stadio di Acquasanta, dove i distinti ci sono e sono nuovi. Quindi? "Questa campagna è stata strutturata per il Fattori - ha affermato il dg Fabio Aureli - quando ci spostiamo possiamo parlare di aprire il settore distinti". "Oggi il prezzo non lo abbiamo" ha concluso senza specificare se per prezzo si potrà intendere quello dell'evenutale - nuovo - abbonamento o biglietto.

"Nessuno ci toglie la C1 (lega Pro)"
Aureli, di recente meritatamente promosso a direttore generale della società del complesso Panorama, ha poi voluto lanciare un messaggio di rassicurazione ai tifosi spaventati per alcune dichiarazioni precedenti del Presidente Corrado Chiodi, evidentemente mal interpretate: "Noi quest'anno faremo la Lega Pro e nessuno ce la toglie" ha affermato Aureli con tono battagliero, per poi aggiungere di avere un "cauto ottimismo per avere solo qualche punto di penalizzazione ma non del tutto pesante".
I legali rossoblù stanno lavorando a ritmo serrato ed è stata annunciata una conferenza stampa con loro per la prossima settimana. Un buon segnale.

"Diamo un amano a questi ragazzi - ha poi concluso Aureli - è un gruppo nuovo che vedremo domenica, un gruppo che non deve pagare errori de con un allenatore preparato. Diamo fiducia a chi sta facendo sacrifici. Jemo 'nnanzi". Ancora sconosciuta la composizione dei gironi di quale farà parte L'Aquila.

Ma uno tra De Sousa, Ceccarelli o Sandomenico resta?
Il Preisdente Chiodi a tal proposito non si è voluto sbilanciare sottolineando il buon lavoro che si sta svolgendo in ritiro e la soddisfazione espressa da Mister Perrone. La sensazione è che il Patron li consideri questi giocatori dell'Aquila calcio, quali sono, e quindi non sente il bisogno di annunciar una loro conferma.
Quello che trapela è che con Claudio De Sousa l'accordo per un ribasso dell'ingaggio si dovrebbe trovare e Salvatore Sandomenico dovrebbe rimanere salvo richieste dalla B (ma non è escludibile una sua partenza). Discorso più complicato per Ceccarelli, praticamente considerato come "andato" fino a qualche settimana fa, si è aggiunto all'ultimissimo al ritiro dove si starebbe trovando bene col gruppo ed il progetto. Dovrà scegliere tra la carriera e l'ingaggio: per la prima restare all'Aquila dopo l'infiortunio dell'anno scorso potrebbe essere una decisione saggia, il secondo è sicuramente più basso in abruzzo che altrove.

 

Ultima modifica il Giovedì, 30 Luglio 2015 19:01

Articoli correlati (da tag)