Stampa questa pagina
Mercoledì, 11 Aprile 2018 15:55

Regione, salta stanziamento per copertura borse di studio. Gli studenti: "Fate in fretta, c'è tempo fino al 30 aprile"

di 

Il Consiglio Regionale riunito ieri non ha approvato lo stanziamento necessario alla copertura delle borse di studio per tutti gli studenti abruzzesi aventi diritto.

Il sottosegretario alla presidenza Mario Mazzocca e l'assessore alle politiche sociali Marinella Sclocco avevano predisposto un emendamento alla finanziaria con il quale s'intendeva assegnare al Dipartimento della Giunta Regionale competente, per l'anno 2018, una somma pari ad euro 1.400.000, al fine di dare copertura alla quota di compartecipazione di competenza della regione pari al 40% dell'assegnazione relativa al fondo integrativo statale necessaria per la concessione delle borse di studio. "Con questo provvedimento - hanno spiegato Mazzocca e Sclocco - la Regione avrebbe attuato un importante aspetto del diritto allo studio, qual è appunto quello dei sussidi concessi attraverso le borse di studio. Per questo motivo, nei giorni scorsi, in un incontro con una delegazione di studenti, avevamo assicurato il nostro impegno per una soluzione del problema che era a portata di mano, vista anche la disponibilità dimostrata dall'Assessore al Bilancio Silvio Paolucci nel dare una risposta positiva ai timori nutriti da tanti studenti che frequentano le università abruzzesi. Ma, a causa dell'opposizione del gruppo M5S, così non è stato preferendo non risolvere un problema che interessa comunque migliaia di giovani ma battere piuttosto sulla gran cassa di vaghe e irrealizzabili promesse di redditi universalistici. A questo punto - hanno assicurato i due esponenti di Articolo 1 - riproporremo l'emendamento nel prossimo Consiglio Regionale".

Intanto, a margine dei lavori una delegazione di studenti e studentesse di Udu L'Aquila, Udu Teramo e 360 gradi Chieti-Pescara, in presidio all'Emiciclo, hanno incontrato il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, lo stesso Mario Mazzocca e l’assessore al bilancio Silvio Paolucci, i quali hanno rimandato la discussione ad un Consiglio Regionale da fissare entro il 30 aprile e ad un tavolo tecnico con gli studenti la settimana prossima.

"Qualora non dovesse esserci uno stanziamento superiore al 40% del fondo statale entro il 30 aprile - hanno tenuto a ribadire studenti e studentesse - l’anno prossimo la Regione perderà la quota premiale del FIS con conseguenze disastrose per il diritto allo studio e per gli studenti della Regione Abruzzo. Disastrose perché in questo modo i fondi non basteranno, con il rischio di non copertura delle borse di studio anche per il prossimo anno accademico e un numero ancora più alto di indonei non beneficiari. Mancano solo 20 giorni al disastro, non procedere allo stanziamento nei tempi previsti sarebbe per la Regione un atto di grave irresponsabilità che comporterebbe danni enormi per gli studenti tutti".

Sulla tutela della residenza Campomizzi, invece, è stato garantito che la Regione non firmerà nessun atto finché non si sarà trovata una alternativa equivalente.

Articoli correlati (da tag)