Stampa questa pagina
Mercoledì, 29 Maggio 2019 19:29

Prestigioso premio al Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologie dell'Univaq

di 

L'American Society for Bone and Mineral Research (Società Americana per la ricerca sul Metabolismo Osseo e Minerale), ha conferito alla Prof.ssa Anna Maria Teti, afferente al Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologie, il prestigioso premio Lawrence G. Raisz.

Questo premio è concesso a membri della suddetta società scientifica che abbiamo raggiunto obiettivi di eccellenza nella ricerca preclinica e traslazionale in cellule e modelli animali. Il premio è dedicato al Prof. Raisz, eminente scienziato, mentore, insegnante e clinico, che ha lavorato con grande successo per oltre 50 anni nel campo del metabolismo osseo e minerale.

La Prof.ssa Teti è nota nell'ambiente internazionale per i suoi studi sulle cellule presenti nell'osso che regolano le funzioni scheletriche e che si ammalano nel corso di patologie frequenti e meno frequenti. Alle prime appartengono le varie forme di osteoporosi che affliggono milioni di individui nel mondo, la cui diffusione è destinata ad aumentare con l'allungamento della vita dell'uomo. Meno frequenti ma altrettanto in aumento sono le patologie oncologiche che affliggono lo scheletro soprattutto nel corso dello sviluppo di metastasi dei tumori del seno e della prostata e che, con l'allungamento della sopravvivenza dei pazienti, si riscontrano attualmente anche in altri tipi di tumori. Infine, nel portafoglio di lavoro della Prof.ssa Teti vi è una patologia rara, denominata Osteopetrosi Autosomica Dominante di tipo 2 (ADO2), che affligge un piccolo numero di pazienti rendendoli fortemente debilitati.

Il gruppo diretto dalla Prof.ssa Teti ha contribuito a comprendere alcuni importanti meccanismi che si alterano nel corso dell'osteoporosi e sta attualmente studiando quelli che mantengono le cellule metastatiche nell'osso silenti per molti anni, al fine di impedire loro di riattivarsi e procurare un nuovo tumore anche dopo molto tempo dalla rimozione del tumore primario. Infine, il gruppo ha identificato e brevettato una terapia sperimentale innovativa che la cura dell'ADO2, molto efficace nei topi, per la quale la Prof.ssa Teti si sta impegnando per raggiungere lo sviluppo clinico. Per questo ed altro ancora la Prof. Teti è stata insignita del Lawrence G. Raisz, che la premia per la sua passione, tenacia e determinazione nei suoi studi scientifici volti alla comprensione dei meccanismi alla base delle patologie dello scheletro.

Il premio le sarà consegnato in occasione del Congresso annuale dell'American Society for Bone and Mineral Research che si svolgerà il prossimo settembre in Florida.

Articoli correlati (da tag)