Tecnologie

Nella notte tra il 27 e il 28 giugno il sito di Gianroberto Casaleggio e associati, la società che cura il blog di Beppe Grillo, è stato attaccato. Nella home del sito è comparsa una schermata nera con la scritta “AntiSecITA was Here” con al centro il logo degli hacktivisti autori dell’attacco e un video parodia di una canzone su Beppe Grillo tratta da Youtube. Da questa mattina invece il sito risulta totalmente irraggiungibile, provando infatti ad aprirlo l'unico risultato è…
Ubuntu Touch è un sistema operativo basato su Linux Ubuntu, creato per gli smartphone ed i tablet. Il progetto è stato presentato da Mark Shuttleworth - fondatore di Ubuntu e proprietario di Canonical – che ha dichiarato che il primo cellulare con preinstallato Ubuntu Touch, sarà rilasciato nel 2014. In questo giorni sta facendo il giro della rete il video dimostrativo della prima versione funzionante del sistema operativo, dove è possibile osservare lo smartphone Ubuntu "in azione". Ubuntu Phone non usa alcun pulsante…
Giovedì, 13 Giugno 2013 18:03

Arrivano su Facebook gli #hashtag

di
La cosa era nell'aria da mesi, il Wall Street Journal lo aveva annunciato a marzo, ma ora arriva la comunicazione ufficiale: Facebook adotterà gli #hashtag. Gli hashtag sono parole chiave precedute da un cancelletto (come ad esempio #facebook) e vengono utilizzate per riunire tutte le comunicazioni riguardanti lo stesso argomento. Consentono di inserire il proprio intervento all'interno di una discussione collettiva e di seguire il dibattito stesso. Le origini del "cancelletto", nonostante in molti leghino gli hashtag a twitter, in…
Dopo aver acquisito Motorola Mobility per 12,5 miliardi di dollari, DoubleClick per 3,2 miliardi di dollari e YouTube per 1,65 miliardi di dollari, Google "fagocita" anche Waze, applicazione di navigazione Gps israeliana, a cui anche Apple e Facebook "facevano la corte". Per chi non la conoscesse Waze è una piattaforma di mappe digitali per smartphone, dove gli automobilisti condividono segnalazioni in tempo reale, come ad esempio la presenza di ingorghi, di lavori in corso o anche di posti di blocco.…
Continua la vendetta degli Anonymous dopo gli arresti del 17 maggio, infatti dopo aver violato il sito del Tribunale di Roma, della polizia di Stato e del Siulp (sindacato italiano unitario lavoratori polizia), ora gli hacktivisti hanno hackerato il sito del Viminale, al grido di OpReVenge OpTrasparenza. Non è ancora chiaro quale vulnerabilità sia stata sfruttata per penetrare nei computer del Ministero dell'Interno, ma ieri pomeriggio sul blog degli Anonymous italiani sono apparsi diversi file prelevati direttamente dal sito istituzionale.…
Chiudi